Altroconsumo: File sharing: il Tribunale di Roma accoglie le istanze del Garante

Adiconsum: Il tribunale da torto a Peppermint: la privacy vale più del diritto d’Autore 

Guido Scorza: Giustizia e’ fatta, la privacy ha vinto.

il Tribunale di Roma accoglie le istanze del Garante della Privacy relativamente al caso peppermint

Ma che bella giornata! Congratulazioni ad Altroconsumo e ad Adiconsum

Link: Fimi risponde sul caso Peppermint – Notizie – vnunet.it.

Fimi risponde sul caso Peppermint
Per le Etichette Indipendenti la diffusione abusiva di brani musicali sulle reti P2p può essere fatale

Dopo anni di dogmatismo sulla competizione infrastrutturale, ieri il Garante delle Comunicazioni ha riconosciuto l’ovvio, ovvero che e’ bene promuovere l’investment pooling (mettersi assieme per fare un investimento) perche’ non e’ economicamente sensato fare infrastrutture alternative.  (affermazione che faccio genericamente, con tutti i distinguo del caso; e’ un anno che approfondisco la cosa, non dico altro).

Resistere all’innovazione e’ futile

ed e’ anche dannoso perche’ lascia che siano altri a cogliere per primi nuovi modelli e nuovi business.

L’innovazione tecnologica distrugge modelli di business ed aree industriali: dal ghiaccio di Tudor ai Piroscafi per andare in USA. Ma non ha distrutto il mercato del freddo, che si è anzi espanso enormemente, nè quello dei trasporti.

Contesto in due punti il dott. Allione di Fimi che fa le dichiarazioni riportate sopra.

  • Non e’ la diffusione abusiva  il problema  e
  • non e’ fatale alle etichette indipendenti.

Invece

  • Il problema e’ l’evoluzione tecnologica che, non ammettendo soluzione, non e’ un problema, e’ un dato di fatto
  • e’ fatale alle etichette indipendenti che hanno come unico modello di business quello invalidato dalla tecnologia e di queste, quelle che non si vogliono reinventare.

Non dico che sia facile, pero’ combattere le battaglie che non si possono vincere non e’ sensato.

Ad esempio, che ne direste di supportare dmin.it ?

i costi transazionali devono crollare (e ci sono metodi di misurazione o flat per farlo) e la diffusione deve essere massimizzata, se si vuole generare valore. Non e’ possibile pensare ad una economia dei media, come se continuassimo a scambiarci atomi.

alzare la testa e guardare l’orizzonte ogni tanto farebbe bene.