Non deve essere stata una decisione facile; dover chiudere il 4-5% delle centrali per saturazione mentre si dice che la rete in rame ha un grande futuro e che le performance attuali vanno benissimo e che chi vuole di piu’ lo fa solo per P2P…

In termini di comunicazione e’ difficile spiegare al grande pubblico che il primo riguarda il backhauling ed il secondo l’accesso.

Ad ogni buon conto, un plauso all’operato del gruppo guidato da Napolitano

Napolitano
bacchetta Bernabè: 500 centrali chiuse senza preavviso – Corriere delle
Comunicazioni
.

Scarsa
trasparenza, mancato preavviso, assenza di puntuale indicazione sulla
saturazione delle Dslam: l’Organo di vigilanza presieduto da Giulio
Napolitano, dà 30 giorni di tempo a Telecom Italia per “adottare idonei
rimedi”. TI: “Abbiamo chiuso le centrali per evitare il degrado dei
servizi”

Fa piacere vedere che l’attivita’ c’e’, anche se non viene comunicata.  l’ultimo comunicato stampa dell’organo di vigilanza risale a 9 mesi fa (nel 2009 due a maggio, due a giugno, due a luglio, uno a settembre e poi il silenzio) Telecom Italia – Organo di Vigilanza.