Secondo questo articolo del Washington Post, nella vicenda di San Bernardino l'FBI ha chiesto ad Apple, dopo avere ottenuto i backup da iCloud, di resettare la password di iCloud. In questo modo il telefono, dopo il 19 ottobre, non ha piu' fatto backup precludendo all'FBI di ottenere eventuale altro materiale. Proprio quel materiale che adesso vorrebbero ottenere forzando Apple a indebolire le difese dei cellulari.

Ora, appare evidente che questo cambio di password sia stato, se non un errore grossolano, almeno una grande superficialità da parte dell'FBI.

E ci pensate se una backdoor per tutti i dispositivi del mondo fosse nella disponibilita' di chi commette errori banali di questo tipo ?

OMG!