UPDATE: il PD ha spostato Paolo Coppola dalla candidatura al Senato ad una candidatura alla Camera. Il risultato adesso è che  la persona che ha davanti che deve vincere nell’uninominale per lasciare il posto a Paolo, è Debora Serracchiani per cui, in friuli venezia giulia, votando Serracchiani eleggi Coppola.

Paolo Coppola era uno dei pochi informatici della legislatura. (già imprenditore e professore di informatica ad Udine).

E’ entrato in Parlamento vincendo le primarie a Udine.

E’ stata tra le persone in assoluto più attive dell’Intergruppo innovazione.

Tra le molte decine di cose, ha voluto e presieduto la commissione di inchiesta sull’informatica nella PA che ha svelato centinaia di milioni di sprechi negli appalti informatici e la trascuratezza delle regole pro-digitale delle amministrazioni centrali, iniziando a forzarne il rispetto.

E’ stato uno dei padri del Modello strategico dei sistemi informativi della PA, del Piano triennale per l’informatica pubblica e del Codice dell’amministrazione digitale.

Ha lavorato al Freedom of Information Act, al Piano nazionale scuola digitale, alla neutralita’ della rete, al wifi senza obbligo di identificazione ed innumerevoli altre cose, sempre con consultazioni pubbliche.

Adesso è stato “premiato” dal PD con una posizione ineleggibile a Udine. 

E’ terzo in lista dopo Tommaso Cerno, condirettore di Repubblica, e della Rojc, rappresentante delle minoranze slovene (per l’alternanza di genere). Potrebbe farcela solo se il PD prendesse il 57% dei voti in friuli.

Oppure…

oppure..

Tommaso Cerno è candidato anche all’uninominale nel collegio Milano 1 (centro). Sarà comunque eletto, perchè se non ce la fa a Milano 1, entrerà recuperato perchè premiato con un paracadute, ovvero il primo posto del proporzionale a Udine, dove passerà di sicuro e dove sarà eletta anche la Rojc.

Ma se Tommaso Cerno ce la dovesse fare a Milano 1, allora Coppola sarebbe ripescato a Udine e tornerebbe in Parlamento.

Se pensi, come me, che a prescindere dagli schieramenti Paolo Coppola abbia fatto bene, molto bene;

se pensi, come me, che meriterebbe di tornare a dispetto della trascuratezza del suo partito, anzi, che sarebbe una buona cosa per il Paese;

se pensi, come me, che è necessario che ci sia gente in parlamento che capisce di digitale e di innovazione;

se pensi questo e se abiti a Milano centro, beh, votando Cerno (che comunque sarà eletto), eleggerai Coppola, un buon informatico.

(Altrove, chiunque faccia ciò che vuole. Ma a Milano 1, #VotaCerno così #EleggiCoppola. E fai votare…).