Un parlamentare riceve molte mail (l’indirizzo e’ sul sito della Camera)

Alcuni hanno qualcuno che le guarda, molti le leggono direttamente. Io le leggo direttamente.

Ce ne sono alcune a cui si risponde. Altre che arrivano (anche a centinaia) come spam ciclostilato (-> /dev/null). Poi ci sono delle perle, come questa, arrivata oggi:

I poteri forti vogliono ad ogni costo controllare le masse,utilizzano tv,media,agenti chimici ecc per la manipolazione mentale.Ecco come veniamo manipolati.
I mezzi di comunicazione di massa sono i più potenti strumenti utilizzati dalla classe dirigente per manipolare la collettività. Essi formano e plasmano le opinioni e gli atteggiamenti, e definiscono ciò che è normale e accettabile.
Non è una novità che un piccolo gruppo di “élite” abbia come obbiettivo quello di controllare le masse. Il controllo di massa è sempre stato uno strumento utilizzato sotto forma di propaganda, usato per alterare la percezione e quindi influenzare grandi masse.
I metodi moderni di controllo mentale sono per molti aspetti mere estensioni, ad un livello tecnologico più elevato, di ciò che, in maniera prevedibile, è sempre risultato vincente: religione, sport, politica, istruzione, ecc.

Con l’avvento della televisione, si è aperto un nuovo mondo per coloro che aspiravano a diventare controllori. Infatti, i mezzi d’informazione sono stati facilmente riuniti in corporazioni e resi abbastanza uniformi gli uni con gli altri, da poter tradurre i messaggi fondamentali, mentre incoraggiano la passività, e presentano, pure, l’illusione della scelta. Allo stesso tempo, la scelta è stata ridotta in settori fondamentali come la finanza, l’istruzione e la salute, con pagine e pagine di legislazione e di “incentivi” per garantire la conformità.

Oggi, però, siamo entrati in una fase pericolosa, in cui il controllo mentale ha assunto una dimensione scientifica e fisica che include un sofisticato assalto, a spettro completo, sulla mente sotto forma di sostanze chimiche nel cibo, nell’aria (scie chimiche) e nell’acqua, così come tramite le interferenze elettromagnetiche e l’onnipresente cocktail della Big Pharma che inquina non solo il diretto utilizzatore, ma trabocca, anche, nel resto della popolazione inconsapevole. In combinazione con il controllo su istruzione e mezzi di comunicazione, non c’è da meravigliarsi sul perché la vera ribellione fatichi a prendere piede.

confesso che, a questo punto, ho smesso di leggere..