Vi ricordate quando i giornali spararono a palle incatenate contro la mia proposta di legge sulla device neutrality ? (il diritto per l’utente di installare e disinstallare il software che vuole dal proprio dispositivo), che mi costrinse a fare gli straordinari contattandoli tutti per spiegare che non era vero…

Scrissero che volevo mettere al bando gli iphone in Italia (cosa ovviamente falsa, tantopiù che il diritto di rimozione del software è garantito – in teoria – dalle stesse licenze d’uso dei prodotti Apple).

Beh, il concetto è diventato legge nel Quebec, a Taiwan (ancora più restrittivo), c’era una proposta di legge in Brasile (non so che fine farà con il cambio di governo), il regolatore francese ha sollecitato l’Europa a fare un provevdimento simile, e potrei continuare..

Adesso arriva questa presa di posizione del Copyright Office Usa che consente di violare le protezioni tecniche di…

Computer programs that enable voice assistant devices to execute lawfully obtained software applications, where circumvention is accomplished for the sole purpose of enabling interoperability of such applications with computer programs on the device, or to permit removal of software from the device, and is not accomplished for the purpose of gaining unauthorized access to other copyrighted works.
cioè, se hai un device che ha un voice assistant, è legittimo violare le protezioni per eseguire lawfully obtained sofwtare applications.. or to permit removal of software from the device.
🙂
Nulla è più irresistibile di una idea il cui tempo sia giunto…
Per inciso, tratta anche di molto altro, come spiegato qui

The Librarian of Congress and US Copyright Office just proposed new rules that will give consumers and independent repair experts wide latitude to legally hack embedded software on their devices in order to repair or maintain them. This exemption to copyright law will apply to smartphones, tractors, cars, smart home appliances, and many other devices.

The move is a landmark win for the “right to repair” movement; essentially, the federal government has ruled that consumers and repair professionals have the right to legally hack the firmware of “lawfully acquired” devices for the “maintenance” and “repair” of that device. Previously, it was legal to hack tractor firmware for the purposes of repair; it is now legal to hack many consumer electronics.