Dice un articolo appena pubblicato dalla University of California su Transport Policy:

Autonomous vehicles (AVs) have no need to park close to their destination, or even to park at all. Instead, AVs can seek out free on-street parking, return home, or cruise (circle around). Because cruising is less costly at lower speeds, a game theoretic framework shows that AVs also have the incentive to implicitly coordinate with each other in order to generate congestion. Using a traffic microsimulation model and data from downtown San Francisco, this paper suggests that AVs could more than double vehicle travel to, from and within dense, urban cores. New vehicle trips are generated by a 90% reduction in effective parking costs, while existing trips become longer because of driving to more distant parking spaces and cruising….

Conferma ciò che scrissi sei+ mesi fa:

Parcheggi ? dove andiamo noi non servono parcheggi!

…Piu’ la città è congestionata minore è la velocità commerciale, maggiore è il numero di ore che l’auto può guidare al costo. Se la velocità commerciale scendesse a 8mi/hr (nei giorni di traffico la velocità media è 9mi/hr), un’ora di parcheggio costa come la benzina per 37 ore di guida.

1:37 !

Potete immaginare lo scenario della città paralizzata, inondata di auto.

Se voi foste il sindaco, cosa fareste ?

Non potete aumentare il prezzo della benzina.

Non potete ridurre di oltre il 90% il costo dei parcheggi (privati).

Potreste fare un’ordinanza per vietare le auto dedicate e consentire solo auto condivise. Cosa che si potrebbe fare già adesso. Ma ci sarebbe una rivolta, difficilmente passerebbe.

Potreste pensare ad un congestion charge, ma questo impatta chi entra nella zona limitata, non chi ci gira all’interno.

Potreste vietare le auto senza passeggero a bordo. Come è adesso. Non ci sarebbero grandi impatti sulla viabilità ma ci sarebbe comunque un beneficio: Non dovresti prendere la patente (forse).