Due notizie sull’assetto TLC che allontano una soluzione

L’opa Swisscom non piace, pare Finanza e mercati di oggi:
 

L’Opa
Swisscom non convince i soci Fastweb, dai grandi fondi ai piccoli
azionisti. Questo, in sintesi, il senso dell’assemblea di ieri riunita
per l’approvazione del bilancio 2006 e del dividendo straordinario da
3,77 euro per azione, cui ha partecipato solo il 22% del capitale.

Sole 24 Ore, L’accordo con le banche per Pirelli salta.

L’accordo con le banche ormai è difficile. Così per
        Telecom  si passa direttamente alla «fase due»: la promozione di
        una cordata  di investitori  italiani tutta da costruire.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

3 thoughts on “Due notizie sull’assetto TLC che allontano una soluzione”

  1. A me, da ignorante completo di alta finanza, sembra che tutti (Telecom e Fastweb, cos’altro c’è da vendere?) vogliono vendere ma nessuno vuole comprare… e fondamentalmente perchè all’orizzonte c’è un abbassamento più o meno improvviso degli introiti di chiunque offre servizi di telecomunicazione. La pacchia è finita, la fine è ineluttabile, sono tutti collegati uno all’altro, e ci sono anche i guai che hanno combinato negli anni passati (primi tra tutti i debiti, oltretutto per Telecom spostati sui bond)… chi ha in mano società come Telecom e Fastweb vuole letteralmente ammollare la patata bollente a qualcun altro il più velocemente possibile… il che sarebbe pure possibile… ma dalla transazione ci vuole pure guadagnare, come se tutti gli altri avessero l’anello al naso. A me la situazione appare abbastanza ridicola… ma ripeto… sono conscio di non saper guardare oltre le apparenze…

Leave a Comment

Your email address will not be published.