La sospensiva della gara Wimax era poco plausibile…

ma non e’ ancora finita, bisogna vedere la decisione, quando arrivera’. come spiega  Guido.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

2 thoughts on “La sospensiva della gara Wimax era poco plausibile…”

  1. Ora e’ certo che si puo’ fare wholesale, backhauling, mobilita’, le licenze costano meno che in Germania (dove MGM ha partecipato ad una gara ad asta che non prevedeva NESSUNA misura di limitazione dell’incumbent e dei mobili senza battere ciglio), per chi non l’avesse ancora capito, i comuni in digital divide da coprire sono 2 per licenziatario per provincia e dunque, per 35 licenziatari con coordinamento ministeriale che, nelle pieghe del bando si trova, questo vuol dire che si possono coprire potenzialmente 70 comuni in digital divide per provincia (quando alcune province non ne hanno manco 10).
    Fatta la gara, si faranno le critiche ma, a quel punto, a ragion veduta.
    Non parlo di te Stefano, ma, in generale, della’atmosfera intorno a questo bando.
    A volte mi sembra di essere l’unico che l’ha letto.
    Saluti.
    U.

  2. Ooops.
    Mi sono fatto trasportare nel post precedente.
    I comuni digital divisi copribili sono 6 per provincia (ci sono i 2 operatori macroregionali e l’operatore regionale).
    Tuttavia, rimane vero che in alcune province nemmeno ce ne sono 6.

Leave a Comment

Your email address will not be published.