UPDATE: Perche’ le nuove regole europee porteranno ad una riduzione della concorrenza

UPDATE: c’e’ qualcuno che dice che stanno filtrando le mail e arrivano
le risposte automatiche. Mi sembra un buon segno! Se proprio volete
essere certi che il vs messaggio arrivi a segno, c’e’ sempre il fax,
oppure forse cambiando il subject della mail…

C’e’ un bell’articolo di Vittorio Carlini su Borsa e Finanza che parla della cosa.

E’ una questione che riguarda tutti noi e che incide per vari punti percentuali del nostro budget famigliare. E’ un po’ lungo, ma dovrebbe scorrere bene e il tema è assai importante. Vi invito a leggere… così capite anche come mai i prezzi delle ADSL potrebbero aumentare…

I costi di una telefonata di 3 minuti in orario di punta, da rete fissa verso linee aziendali, erano i seguenti (compresa IVA):

Nel 1999

  • verso fisso, interurbana alla massima distanza : 0,80 Euro (1.551 lire anuit)
  • verso mobile : 1.06 Euro (2.044 anuit)

Nel 2007

  • verso fisso, interurbana alla massima distanza: 0,10 Euro (Telecom)
  • verso mobile : 0,61 Euro (Telecom, i prezzi variano a seconda dell’operatore destinatario, quindi l’ho pesato sulle quote di mercato)

Detto in altri termini, questa riduzione e’ stata 

  • verso rete fissa da 0,80 a 0,10 Euro  : -87,5%
  • verso rete mobile da 1,06 a 0,61 Euro: -42,5%

LA RIDUZIONE DELLE TARIFFE VERSO IL FISSO E’ STATA PIU’ DEL DOPPIO DI QUELLA VERSO I CELLULARI. (ovviamente i costi delle centrali elettroniche sono diminuiti di ordini di grandezza).

Sorge spontanea la domanda: Perchè i costi per la rete fissa sono diminuiti il doppio di quanto è avvenuto nel mobile ?

Risposta: c’e’ una ASIMMETRIA REGOLAMENTARE, ovvero

  • nella rete fissa l’operatore dominante è obbligato a fornire all’ingrosso a qualunque operatore gliene faccia richiesta e i prezzi all’ingrosso sono regolamentati per evitare extra-profitti che graverebbero sulle tasche dei consumatori. (forse sarebbe meglio dire "limitare", non "evitare")
  • nella rete mobile gli operatori dominanti non hanno alcun obbligo di fornitura all’ingrosso e i prezzi all’ingrosso non sono regolamentati ma lasciati a negoziazioni commerciali: l’operatore mobile decide chi può o meno comprare da lui e a che prezzi. 

Ora, a Bruxelles, il Commissario alla Concorrenza, Sigra. Kroes, in una riunione la settimana prossima, potrebbe ottenere che il mercato del mobile non sia regolamentato, contrariamente al desiderio del Commissario per la Società dell’Informazione, Sigra. Reding.

Perchè ciò ? Si può solo desumere dagli effetti che avrebbe: stante la integrazione tra fisso e mobile che sta finalmente avvenendo, in Europa prospererebbero solo 4-5 grandi operatori molto forti nel mobile. A spese dei consumatori. Sarebbero loro a vincere, a scapito di chi ha solo rete fissa o fa l’ISP; loro, portatori della loro cultura di non neutralità della rete e di walled garden.

Dietro il paravento della "deregolamentazione", trionferebbe non il mercato (che richiede pari condizioni per tutti) ma la legge del più forte. A farne le spese sarebbero gli operatori di rete fissa di dimensioni inferiori o comunque quelli che non possiedono un operatore mobile.

Non e’ un caso che per gli operatori mobili la concorrenza va bene solo  se loro possono farla agli altri e non subirla. Per questo si oppongono ad avere regole  chiamandola "iper-regolamentazione del mobile" e invece si fanno paladini della concorrenza opponendosi alla "deregolamentazione del fisso".

Non è un caso che BT (che non ha un operatore mobile), Fastweb, Tiscali, come scrive Carlini, stanno "marciando su Bruxelles" chiedendo che ci sia una riflessione approfondita, che esamini i punti di vista di tutti gli stakeholder e non solo delle lobby più forti.

Immagine_1
Questa è la differenza di prezzo al minuto di rete mobile tra Europa e USA. (ed il numero di minuti di conversazione)

Sorge spontaneo osservare che i prezzi alti limitano le conversazioni, e che negli USA la spesa complessiva è più alta. Certo, per accomodare più minuti di conversazione bisogna fare degli investimenti in rete…

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

14 thoughts on “UPDATE: Perche’ le nuove regole europee porteranno ad una riduzione della concorrenza”

  1. Stefano, post interessante ma non saprei… non mi convince più di tanto come spiegazione. Metti a confronto due mercati con 100 anni di storia (fisso) e 10 anni di storia (mobile), con dinamiche totalmente differenti (su fisso praticamente stessa tecnologia da 100 anni, su mobile terza tecnologia in 10 anni; costi di set-up totalmente differenti; diverso numero di attori; ecc ecc).
    Banalmente, paragoni una tecnologia con domanda in calo (fissa) con una tecnologia a domanda in crescita (mobile), dunque per definizione le dinamiche di prezzo non possono essere paragonate così semplicemente.
    Ovvio, il paragone tra le dinamiche del fisso e quelle del mobile regge per “affinità elettive”, ma metterle sullo stesso piano è imvho una semplificazione troppo spinta.

  2. Max, l’azienda ti deve dare il premio fedelta’ e mettere la tua faccia come “employee of the week” per tutto l’anno…
    La prima volta che incontro Novari glielo dico.. (dovrebbe accadere tra non molto, sono serio..)
    Infatti NON andrebbero sullo stesso piano perche’ il mobile richiede una infrastruttura che costa qualche ordine di grandezza in meno della rete fissa, Gli investimenti di realizzazione della rete sono dell’ordine dei soli investimenti per manutenzione evolutiva del fisso.
    Allora perche’ la concorrenza e’ limitata ? perche’ lo spettro e’ limitato (non scarso, lo spettro e’ infinito) e la regolamentazione, partendo da questo limite, in larghissima misura, decide chi ha successo e chi no.
    Prendi il caso di H3G: e’ la regolamentazione che determina le tariffe di terminazione e la barriera tra on-net e off-net degli altri “ammazza” H3G. Non solo. E’ la regolamentazione ch determina i prezzi per la rete fissa metropolitana (con cui H3G collega le sue BTS); se i prezzi all’ingrosso fossero orientati ai costi secondo le migliori pratiche europee (come previsto dalla norma, finora mal applicata), H3G non dovrebbe svenarsi per il backhauling delle sue BTS.
    E’ la politica, darling, che decide; non la concorrenza.

  3. Appello URGENTE agli utenti di telefonia mobile

    Un comunicato dell’AIIP (Associazione Italiana Internet Provider) avvisa che la Commissione Europea vuole eliminare la regolamentazione di buona parte del mercato della telefonia mobile, che causerebbe una diminuzione della possibilità di concorrenza e…

  4. per quanto riguarda”employee of the year” ok, tu proponimi a Vincenzo che io sono contento 🙂
    La premessa è che la mia osservazione non riguardava il “succo” del post, ma semplicemente non condivido la tabellina di paragone tra fisso e mobile perchè le considero diverse come dinamiche.
    Continuo ad essere convinto (e la tua risposta rafforza la mia convinzione) che le dinamiche di prezzo fisso e mobile siano totalmente differenti, perchè i mercati sono diversi.
    Mi dici che l’ordine di grandezza per le infrastrutture fisse e mobili sono diversi: certo, ma la rete fissa attuale l’ha pagata lo Stato (tutti noi), le reti mobili sono private e hanno portato miliardi allo Stato (licenze e quant’altro). Se lo Stato mette in piedi una rete mobile e la regala ad una società privata, beh, allora forse sì che possiamo parlare di prezzi più bassi.
    In una dinamica di mercato basata sull’offerta e sulla domanda, i prezzi della telefonia mobile avrebbero dovuto salire e non scendere. Se sono scesi, è perchè bene o male c’è stata una dinamica virtuosa. Siamo lontani da un mercato perfettamente concorrenziale, ma certamente alcune dinamiche virtuose in questi anni si sono innescate.
    Le tariffe di terminazione sono una misura pro-competitiva che diminuisce le economie di rete dei grandi player, dovrebbero essere diminuite tanto (e tendere a zero) per gli operatori dominanti, ma per i piccoli non possono crollare a zero. no?

  5. no, secondo me dovrebbero tendere al costo piu’ una equa remunerazione del capitale investito, sia per gli uni che per gli altri, propio per evitare sfruttamento di effetti rete.
    Non sono assolutamente d’accordo quando scrivi che in una dinamica di mercato i prezzi avrebbero dovuto salire. In una dinamica della giungla, si ma di mercato no.

  6. non ho trovato dove firmare per APPELLO URGENTE AI CONSUMATORI UTENTI DI TELEFONIA MOBILEAPPELLO URGENTE AI CONSUMATORI UTENTI DI TELEFONIA MOBILE
    La Commissione Europea vuole eliminare la regolamentazione di buona parte della telefonia mobile, causando bollette ancora piu alte e meno concorrenza
    Nelle prossime ore si chiuderà un patto di ferro tra i membri della Commissione Europea in virtù del quale il Presidente Barroso potrebbe decidere di cancellare l’obbligo di regolamentazione dell’accesso alle reti mobili, per mettere pace tra le due supercommissarie europee, Viviane Reding e Neelie Kroes, in tutti i paesi europei.
    E’ un fatto drammatico che diminuirebbe la già scarsissima possibilità di fare concorrenza nel settore e lascerebbe, ai pochi operatori mobili già esistenti, il potere di stabilire a quanto ammonta il pedaggio che gli altri operatori devono pagargli se vogliono accedere alla loro rete.
    Questo pedaggio sarebbe dunque messo fuori controllo, e conseguentemente porterebbe a prezzi più alti per i cittadini che già spendono cifre che sono tra le più alte del mondo per questo tipo di servizio.
    Siamo ancora in tempo per manifestare tutta la nostra disapprovazione direttamente al Presidente Barroso e a tutti gli altri membri della Commissione. Alcuni commissari ritengono che sia una scelta sbagliata, e una protesta dei consumatori potrebbe aiutarli a spostare l’ago della bilancia
    Un’azione di protesta massiccia servirà a ricordare alle persone che siedono a Bruxelles che i cittadini vogliono maggiore – e non minore – concorrenza nel settore della Telefonia mobile, e che non devono venir prese decisioni contro gli interessi dei consumatori.
    Ulteriori approfondimento sono reperibili ai seguenti link:
    http://blog.quintarelli.it/blog/2007/11/perche-le-nuove.html
    http://www.altroconsumo.it/map/show/12340/src/185683.htm
    Se ritieni rilevante questa azione:
    a.. Inoltra questa email oggi stesso al maggior numero di tuoi conoscenti e
    b.. Copia i seguenti indirizzi nel tuo programma di posta elettronica e invia un messaggio con il testo inglese che appare sotto.
    Destinatari
    sg-web-president@ec.europa.eu, viviane.reding@ec.europa.eu, Neelie.Kroes@ec.europa.eu, joseph.hennon@ec.europa.eu, cab-archive-barrot@ec.europa.eu, guenter.verheugen@ec.europa.eu, CAB-KALLAS-WEB-FEEDBACK@ec.europa.eu, franco.frattini@ec.europa.eu, stavros.dimas@ec.europa.eu, Gerassimos.Thomas@ec.europa.eu, cabinet-huebner@ec.europa.eu, Cabinet-Borg@ec.europa.eu, cab-grybauskaite-commissaire@ec.europa.eu, janez.potocnik@ec.europa.eu, Cab-FIGEL@ec.europa.eu, Philippe.Brunet@ec.europa.eu, cab-rehn-web-feedback@ec.europa.eu, Sabine.weyand@ec.europa.eu, Laszlo.Kovacs@ec.europa.eu, Neelie.Kroes@ec.europa.eu, Mariann.Fischer-Boel@ec.europa.eu, Patrick.Child@ec.europa.eu, Charlie.Mc-Creevy@ec.europa.eu, V.Spidla@ec.europa.eu, peter.mandelson@ec.europa.eu, cab-piebalgs-archives@ec.europa.eu, Eliana.GARCES-TOLON@ec.europa.eu, CAB-ORBAN-CONTACT@ec.europa.eu
    Oggetto
    market 15 (mobile access and origination)
    Testo
    Dear President Barroso, dear Commissioners Reding and Kroes, dear members of the European Commission:
    I hereby express my disapproval and concern for your envisaged intention to eliminate market 15 (mobile and access origination) from the list of regulated telecommunications markets. Such decision would be against my interests as a European Citizen and consumer as it would irreversibly affect the level of competition in the mobile market.
    On the contrary, I believe that market 15 should be kept in the list of regulated markets and that any step should be taken to ensure that the mobile market remain as competitive as possible. Access of competitors to mobile networks should not be left to the discretion of few dominant Mobile Operators, but be mandated through regulation for the benefit of consumers and in the interest of a healthy and competitive development of convergent services.
    Kind regards
    ——————————————————————————–
    La presente comunicazione di AIIP è stata selezionata da MESSAGENET srl per essere inviata agli utenti iscritti gratuitamente ai servizi MESSAGENET (FreeFAX e FreeNumber) che hanno prestato consenso all’invio di comunicazioni pubblicitarie.
    Ai sensi del D.Lgs. 196/2003, in qualsiasi momento potete leggere l’Informativa riguardante il trattamento dei Vostri dati, all’indirizzo: http://www.messagenet.it/legal/informativa.html
    l’appello

  7. Ai tempi credevo che l’Europa portasse benefici, oggi mi rendo conto che è stata un’assurda preannunciata follia, vero che c’è più controllo ma non comporta benefici ai cittadini ed ostacola la creazione e sviluppo delle imprese

  8. BUONGIORNO STEFANO,
    Ho appena inoltrato l’email riguardante il mercato 15.
    Speriamo sia efficace. Grazie per la segnalazione e continua a tenerci informati in merito.
    Grazie,
    Ciao deborah

  9. La domanda è..la commissione europea cosa ci guadagna a fare tutto questo?..vorrei conoscere esattamente la cifra che andranno ad intascare….così almeno posso giustificare e “capire” una decisione del genere.

  10. PENOSI IN COMMISSIONE EUROPEA NEANCHE LEGGONO LE EMAIL LE CANCELLANO SENZA LEGGERLE FATE UNA PROVA CON AVVISO DI RICEVIMENTO;LA RISPOSTA SARà EMAIL CANCELLATA SENZA ESSERE LETTA!

  11. non sono x niente d’accordo perché il libero mercato a portato le tarife ai prezzi veramente compeitivi inoltre adesso con internet il mercato della disponibilitá e ancora + ampio con il sistema VOIP si puo chiamare ai cellulari ad un prezzo veramente economico e ai telefoni fissi adirittura gratis quindi che ben venga la liberazione delle tarife ciao Pino Vitale

  12. Se è vero che filtrano i msg mail, quale altro oggetto potremmo inserire per ”ingannare” il filtro?
    Suggerisco anche a chi cura la pagina web http://www.aiip.it/mk15.html (accedendovi da http://blog.quintarelli.it/blog/2007/11/legge-del-piu-f.html) di modificare anche qui l’oggetto. Ho letto che in alternativa si puo’ usare il fax; non ho trovato traccia del numero da usare.
    Un’altra domanda: oggi 15 nov. è ancora in discussione in Commissione a Bruxelles oppure le cose sono gia’ state decise?
    Bye.

Leave a Comment

Your email address will not be published.