Critica ragionata a Gates: Al CES Gates conferma che Vista e’ un flop.

Gates al CES ha detto che Vista ha venduto

  • piu’ di 100 milioni di copie dal lancio (gennaio 2007 "There are over 100 millions Vista Users")
  • le vendite unitarie di Vista sono state il 10% in piu’ di quelle di XP nel primo anno (da ottobre 2001) 100/0,9=91 milioni di copie

Secondo Gartner, il mercato dei PC e’ stato

  • 2002: 132 milioni di pezzi
  • 2007: 268 milioni di pezzi (stima per l’anno fatta nel 3o trimestre, +12,3% sul 2006 che era 239 milioni)

La quota di mercato sui nuovi PC venduti quindi sarebbe

  • 2002: 91/132 = 69% XP
  • 2007: 100/268 = 37% Vista

Attenzione, non si puo’ pero’ dire che in 5 anni MS abbia perso il 32% di quote di mercato delle nuove vendite perche’ non sappiamo quanti nuovi PC sono stati venduti con il "vecchio" XP.

Nella peggiore delle ipotesi per MS, se le vendite di XP fossero marginali, MS avrebbe solo il 37% di quota di mercato, in calo del 32%.

Nella migliore delle ipotesi per MS, se MS avesse mantenuto la stessa quota complessiva di mercato, il 32% dei nuovi PC (69-37) avrebbero XP e Vista avrebbe venduto dopo un anno solo il (39-32) / 32 = 22% in piu’ di un prodotto vecchio di 5 anni.

E’ sufficiente per dire che il "prodotto piu’ importante nella storia di Microsoft"  e’ un Flop ?

Non mi pare che sia questione di prezzo, ne’ credo che lo spazio perso da Vista sia stato occupato da Linux; forse le numerosissime innovazioni introdotte non sono sufficientemente attrattive per i consumatori (la visione di Gates non e’ piu’ allineata al mercato ?) e/o forse le copie illecite dei sistemi operativi dilaga. (immagino che nei paesi OECD i controlli siano maggiori di quelli dei paesi non OECD e quindi il fenomeno piu’ limitato, come dire, noi paghiamo e gli altri no, come dire, noi paghiamo in larga misura anche per loro)

In questa seconda ipotesi ha gioco piu’ facile Apple che di fatto controlla il suo HW e MS, diciamo cosi’, avrebbe un "forte incentivo" a spingere per un controllo di almeno una parte dell’HW… chi ha orecchi per intendere…   

A rafforzare questa seconda ipotesi (copie illecite) sono i dati di vendita di Apple. Nel 3o trimestre 2007 Apple non era nei primi 5 produttori mondiali, il piu’ piccolo dei quali (Toshiba) aveva un 4,4% di quota di mercato. (mentre nei soli USA Apple era terza a 8,1%, stessa fonte)

Attenzione: "piu’ di 100 milioni di utenti di Vista" puo’ anche essere 1000 (ma dubito) o anche 109; mi pare plausibile pensare che se fossero state 110 milioni  o piu’ lo avrebbe detto, quindi questo potrebbe rivedere i numeri al rialzo per Vista.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

21 thoughts on “Critica ragionata a Gates: Al CES Gates conferma che Vista e’ un flop.”

  1. Il problema di Vista e’ che la gente non si fida (piu`) delle “novita`” di Redmond e ha capito che sotto sotto ci puo` essere il trucco. In buona sostanza, facendo un gioco di tanto fumo e poca sostanza, hanno perso credibilita` e ora ne pagano le conseguenze. Con Win98, Win2000 e anche WinXP, la persona che mostrava il suo nuovo sistema operativo era considerato uno “avanti”, uno che aveva una “novita`” sul proprio PC. Chi ha Vista e’ considerato nella migliore delle ipotesi un amante del rischio 🙂
    Tra l’altro non e’ nemmeno detto che tutti i Vista OEM venduti siano Vista installati, perche’ alcuni hanno la possibilita’ del downgrade a XP, senza contare quelli che sono tornati a XP in maniera piu’ o meno legale.

  2. “Tra l’altro non e’ nemmeno detto che tutti i Vista OEM venduti siano Vista installati, perche’ alcuni hanno la possibilita’ del downgrade a XP”
    Il mio caso!
    Il fatto è che Vista sta ricevendo una pessima pubblicità da parte di chi l’ha provato, creando un effetto domino: la gente ne parla male ed uno non lo installa/non lo vuole installato.
    Un mio amico ha scoperto solo di recente che i 4 giga di ram non vengono visti da Vista a 16 bit, quindi o perde i programmi vecchi che non funzionano con il 32 bit o ha pagato della ram in più o deve provare con un emulatore.
    Insomma ormai è noto che Microsoft fa fare il debug finale all’utente, cosa che a molti da fastidio.
    Fiat non vende le macchina dicendo se avete difetti con i freni mandateci una segnalazione dopo che avete fatto un incidente.

  3. Da noi (80 portatili e 50 Desktop) tutto il nuovo HW arriva con Vista e viene prontamente downgradato a XP. C’e’ solo un sistemista anziano che usa Vista ma passa le sue giornate a far funzionare il sistema. (all’inizio del 2007 credo che si sia giocato un paiodi ere geologiche di Purgatorio dai “moccoli” che gli sentito tirare: chissa se far funzonare il pc con vista vale come Purgatorio…)
    Io se esco da XP passo a *NIX definitivamente.

  4. Sergio Gervasini

    Concordo con coloro che sostengono che Vista e’ meglio perderlo che trovarlo, ma ragionando razionalmente non potremo evitare, da qui a qualche mese/anno, di averlo sui nostri PC, volenti o nolenti (salvo i coraggiosi che passeranno a Linux o Mac) 🙁

  5. Secondo me, è stato un flop perchè la gente non trova in Vista grossi svantaggi rispetto a XP.
    E’ stato un flop esattamente come Windows ME, che, rispetto a 98, non diceva nulla di nuovo… e tutti si tennero 98..
    XP fu un successone perchè migrando da 98 se ne sentivano i benefici, soprattutto in termini di stabilità del sistema.
    Vista ha migliorie tecniche interessanti che però l’utente non riesce a comprendere, nè vedere.
    Tra l’altro, passare da XP a Vista non è proprio una passeggiata per chi ha dell’hardware vecchio di due/tre anni. Io comprai un anno fa un sistema con il bollino “Windows vista ready”: col cavolo che era ready!
    Per avere Vista che girava bene ho dovuto aggiornare il Bios, aspettare 6 mesi per riuscire a scaricare da internet dei driver che funzionavano decenti per la scheda video Nvidia e per l’audio (le superfici di overlay per i video mi facevano 20fps con PowerDVD…), aspettare altrettanto per trovare i driver per stampante laser e scanner e altri dispositivi usb…
    Insomma, un calvario…
    Ora funziona bene ma ho comunque un sistema che consuma più cpu rispetto a XP e necessita di almeno 2GB di ram per utilizzare bene alcune applicazioni.
    Secondo me l’hanno fatto uscire troppo presto, prendendo di contropiede tutti i produttori HW/SW.

  6. In buona sostanza abbiamo la maggiore softwarehouse del mondo che crea un prodotto il cui unico concorrente davvero importante è un altro proprio prodotto. Vista a rilento? Può darsi. Ma non credo sia un problema così rilevante, impatta sulle strategie a lungo termine, ok, ma già si rincorrono i rumors su Win7.

  7. Io avrei un’altra teoria, ripresa anche nel mio blog ( http://aovestdipaperino.com/archive/2008/01/10/snumerati.aspx ). BillG parlava di licenze invece che utenti ( fonte: blogs.zdnet.com/Bott/?p=357 ). Vista ha venduto in un anno 100mil di licenze, XP circa 90mil. La market share di XP e di Vista però dopo un anno è sempre stata intorno al 10% (per Vista: marketshare.hitslink.com/report.aspx?qprid=10&qptimeframe=M&qpsp=107 , per XP: http://www.crn.com/it-channel/18829228 )
    Ovvero in un anno XP ha trovato strada su 14 mil di PC (10% di 137mil), Vista su 27mil di PC (10% di 270mil). In rapporto alle copie vendute vuol dire che 13mil/90mil di XP venduti sono stati “installati” (15%) mentre per Vista si tratta di 27mil/100mil (27%).
    Ad occhio e croce la percentuale di installazioni/copie vendute è pressoché raddoppiata. Nel qual caso si dovrebbe parlare di “grande successo di Vista” rispetto ad XP. La realtà invece, secondo me e altri ( blogs.zdnet.com/Bott/?p=352 ), è racchiusa in una costante universale (10%) di utenti che in un anno installa il nuovo OS made in Redmond rispetto al parco PC; unita al fatto che probabilmente i retailer hanno imparato a stimare un pelino meglio le scorte di OS da acquistare. Se si considera che il concorrente numero 1 di Vista rimane XP, con tutti gli altri OS da sempre relegati ad un totale percentuale inferiore alle due cifre, si scopre che il banco (BillG) vince sempre anche senza applauso (l’avesse fatto Apple un risultato relativamente simile sarebbe caduto giù il cielo di applausi: blog.quintarelli.it/blog/2008/01/lazienda-di-gat.html ; visto che l’ha fatto MS stiamo qui a parlare di eventuali o inesistenti flop).
    -grazie
    P.S. il riferimento agli Snumerati non è dedicato a Stefano, ma a quelli di PC World che hanno pensato di usare le statistiche sui loro visitatori come rappresentative di quote di mercato reali.

  8. non so delle trascrizioni, io ho ascoltato il video.
    Gates ha detto piu’ di 100 milioni di *utenti*, il 10% in piu’ di xp.
    Nello stesso periodo, secondo Gartner, il mercato e’ cresciuto piu’ del 100% e quindi MS ha perso quote di mercato.
    Che poi i numeri siano colossali e che questo sarebbe un colossale successo di mercato per chiunque, Apple inclusa, non si discute. Ma a me pare, non per MS. Se sei 100 volte piu’ grande degli altri, purtroppo devi vendere 100 volte di piu’.

  9. Stefano,
    se a vendere XP fosse un’altra azienda avresti ragione. Siccome il principale concorrente di MS Vista è MS XP, non mi sembra che ci sia stata una fuga di quote di mercato.

  10. Se parliamo di quote di installato, probabilmente si, la perdita di quote di installato puo’ essere bassa o nulla.,
    ma se parliamo di quote di mercato di prodotti (non si tratta di servizi annuali), si misura sulle nuove vendite e li’ sta perdendo.
    le quote di installato sono una cosa che interessa in seconda battuta. devi vendere trimestre dopo trimestre per portare a casa la pagnotta e poco importa se “una volta” tu eri quello che vendevi la maggioranza.
    adesso guardi il mercato e il massimo che puoi dire e’ “le vendite aumentano e io aumento meno delle vendite. la base installata e’ ancora alta, ma i miei concorrenti conquistano quote di vendite”
    se non e’ deciso per strategia di riposizionamento, i responsabili marketing e vendite (o product development) in qualunque azienda, ci avrebbero rimesso le penne. (e forse ce le hanno rimesse e non lo sappiamo o forse MS ha deciso di riposizionarsi).

  11. A voler esser logici se un sw ha venduto licenze ma non è stato installato vuol dire semplicemente che è scorta di magazzino da qualche parte.
    XP vendeva una copia ogni .7 PC, vuol dire che 6 copie su 7 sono state scorte di magazzino da qualche parte. Per Vista è molto meno, vuol dire che i retailer si stanno facendo via via più furbi. Ma i PC che non vengono comprati con Vista, vengono comprati con XP. Perché questo è il senso della tua statistica (se non sbaglio): un confronto con la vecchia versione. E per questo l’affermazione “MS perde quote di mercato” è scorretta. Come pure l’affermazione che Vista sia stato un flop solo perché ci sono meno scorte in magazzino. Il successo di un prodotto non si dovrebbe misurare nelle scorte di magazzino, ma nelle copie che finiscono a casa degli utenti (installato). Potrei sbagliarmi però, non sono un analista.

  12. Gates nel video del CES parla di utenti, non di copie vendute e, dato che sia XP che Vista parlano con i server di MS, ritengo possa avere un dato affidabile.
    Non so dove trovi il dato, ma se capisco bene dici che Xp vendeva una copia ogni 0,7 PC, ovvero ogni PC comprava 1,43 copie, ovvero ogni 100 copie installate ce n’erano 143 vendute, ovvero 43 vendute in piu’ ogni 100, ovvero 4 su 10, ovvero 2,8 ogni 7 (e non 6 ogni 7).
    io ho detto
    > Attenzione, non si puo’ pero’ dire che in 5 anni MS abbia perso
    > il 32% di quote di mercato delle nuove vendite perche’ non
    > sappiamo quanti nuovi PC sono stati venduti con il “vecchio” XP.
    ma lo stesso fenomeno lo aveva XP con 98 e quindi Vista sta facendo peggio di XP.
    > Nella migliore delle ipotesi per MS, se MS avesse mantenuto la
    > stessa quota complessiva di mercato, il 32% dei nuovi PC (69-37)
    > avrebbero XP e Vista avrebbe venduto dopo un anno solo il
    > (39-32) / 32 = 22% in piu’ di un prodotto vecchio di 5 anni.
    > E’ sufficiente per dire che il “prodotto piu’ importante nella
    > storia di Microsoft” e’ un Flop ?
    imho, si.
    ma le copie non sono un bene fisico, sono delle licenze, ovvero accordi quadro su quantitativi per gli acquisti e report a fine trimestre per il venduto effettivo, a lotti. Non esiste un “magazzino” di licenze. (a meno di sfridi sui lotti)
    Se XP vendeva piu’ dei PC venduti, e’ piu’ probabile che fosse perche’ andava anche in sostituzione sull’installato esistente. (sostituiva 3.1, 95 e 98).
    E se anche fosse vero che esistono dei magazzini, mi verrebbe qualche dubbio che nel 2002 essi fossero cosi’ piu’ inefficienti che nel 2007, tale da giustificare una differenza di circa il 100%. oppure significherebbe che MS ha fatto nel 2007 contratti con i grossisti peggiori che nel 2002 (cio’ che cont per MS sono i soldi incassati che verrebbero dal sell-in, non dal sell-out).
    Il pane non si compra con l’installato ma con il venduto.

  13. > Non so dove trovi il dato, ma se capisco bene dici che Xp vendeva una copia ogni 0,7 PC
    Ho sbagliato a digitare, intendevo che di XP si installava una copia ogni 7 licenze.
    Il numero viene fuori da questo semplice calcolo: BillG dice che XP vendeva 7 copie per 10PC. NetCraft e altri dicono che dopo un anno le installazioni di XP erano una ogni 10PC. Quindi di quelle 7 licenze, una sola veniva installata. Le altre 6 erano a questo punto magazziname. Perché per le licenze dici che non puo’ esserci magazziname? Sei mai andato in un Best Buy, Media World, ecc.? Quelle che vedi inscatolate sono licenze che sono state comprate, che BillG al CES conta come “utenti” ma che utenti non sono.
    Il software a differenza del pane e del latte non ha “scadenza” a breve termine.
    > Se XP vendeva piu’ dei PC venduti, e’ piu’ probabile che fosse perche’ andava anche in sostituzione sull’installato esistente.
    Stai discutendo su un mio errore di digitazione. MS vendeva a Best Buy & Co. 7 copie di XP per ogni 10 PC venduti (Gli altri 3 erano immagino venduti con Win98/win2k). Il 69% di cui parli nel post. La gente comune ne portava a casa una copia per 10 PC venduti.
    Vista vende a Best Buy 3 copie per ogni 10 PC venduti (le altre 6 sono XP, una è un mix Mac/Linux/Whatever). La gente continua a portarne a casa una copia per ogni 10 PC venduti.
    Stai mirurando il successo nelle quote vendute ai rivenditori, io – forse semplicemente più ottimista – mi limito a notare che le copie installate sono in percentuale le stesse. Non è un flop, non è un grande successo commerciale: l’unico vero grande “successo commerciale” è stato Windows 95.
    Una ulteriore conferma la da il mercato azionario, che non ha registrato nessuna reazione significativa: dici che non c’è almeno un analista influente la fuori che facendo gli stessi calcoli avrebbe potuto far crollare, almeno un po’, il prezzo delle azioni?
    >E se anche fosse vero che esistono dei magazzini, mi verrebbe qualche dubbio che nel 2002 essi fossero cosi’ piu’ inefficienti che nel 2007
    Probabile. Non è l’unica cosa ad essere cambiata in questi 5 anni: anche le licenze
    aziendali (Volume License) sono cambiate drasticamente.
    >cio’ che cont per MS sono i soldi incassati che verrebbero dal sell-in, non dal sell-out
    Esatto. Per questo l’unica misura accurata che una azienda può avere di copie vendute è quella dovuta al sell-in, che è appunto la mia ipotesi iniziale.
    > Gates nel video del CES parla di utenti, non di copie vendute
    Sono in tanti a pensare che BillG abbia toppato e di parecchio: Bill non è infallibile neanche su cose su cui dovrebbe essere molto informato. Di fronte a dei numeri che rivelerebbero che XP fosse “installato” già sul 69% dei PC dopo appena un anno di commercializzazione in parecchi hanno sgranato gli occhi e fatto ipotesi, la più credibile appunto è quella che BillG parlasse di licenze.
    Una cosa è molto strana: tutti i grandi osservatori sono partiti in quarta a fare ipotesi, congetture, deduzioni. Nessuno ha ufficialmente chiesto “ma caro Bill, ma che volevi dire con 100K utenti visto che i conti semplicemente non tornano?”
    Infine sul confronto con Apple: chiaro che se Apple vendesse 100mil di licenze sarebbe un supersuccessone. Il senso della affermazione invece era che se Jobs fosse il CEO di MS ed avesse annunciato lui al posto di BillG gli stessi identici risultati (e cioè gli stessi numeri, la stessa “crescita” di cui tu parli nel post) sarebbe caduto giù il cielo, le azioni sarebbero salite immediatamente del 20% e la gente avrebbe fatto la fila per comprare Vista. Ed invece io, te e altri quattro gatti stiamo ancora a discutere di magazziname, di infallibilità di Gates e numeri con la virgola.

  14. > NetCraft e altri dicono che dopo un anno le installazioni di XP erano una ogni 10PC
    se lo dice netcraft…
    e cmq. una ogni 10 PC esistenti, non una ogni 10 PC venduti.
    i dati di Gates sono corretti.
    che vista abbia venduto largamente meno della crescita del mercato rispetto a XP, e’ un fatto. e gli analisti lo sanno da 4-5 mesi (ovvero dai forecast del 4Q).

  15. La matematica non è un opinione:
    Since Windows Vista became generally available one year ago, Microsoft’s Client business has grown over 20% on average and sales of Windows Vista have surpassed 100 million licenses.
    Fonte: http://www.microsoft.com/msft/earnings/FY08/earn_rel_q2_08.mspx
    Microsoft Reports Record Second Quarter Result, un documento che più ufficiale non si può. Come volevasi dimostrare era BillG ad essere in errore parlando di utenti anziché di licenze.

  16. Giusto per riepilogare i fatti.
    Paperino il 12/01/08 alle 02:14 diceva:
    “BillG parlava di licenze invece che utenti […]. Vista ha venduto in un anno 100mil di licenze, XP circa 90mil.”
    Stefano affermava il 12/01/08 alle 08:40:
    “Gates ha detto piu’ di 100 milioni di *utenti*, il 10% in piu’ di xp.”
    e il 14/01/08 alle 13:44
    Gates nel video del CES parla di *utenti*, non di copie vendute e, dato che sia XP che Vista parlano con i server di MS, ritengo possa avere un dato affidabile.
    Adesso, il 25/01/08 alle 20:28 ben 13 giorni, 18 ore e 14 minuti dopo Paperino, Stefano parla di *licenze* e non più di *utenti* ed insiste che non gli pare che Paperino abbia ragione.
    Sarò pure un papero ma mi sembra chiaro che il primo (*) a parlare di licenze sono stato io. 🙂
    Vabbe’ fa niente… in realtà non mi scoccia per niente 😛
    -quack
    (*) in Italiano of course; prima di me c’era arrivato Ed Bott.

  17. Avevi ragione, Gates ha sbagliato a parlare, si trattatva di “licenze” e non di “utenti”, ovvero sell-in non licenze=sell-out.
    la crescita del numero di vista venduti e’ inferiore alla crescita del numero di pc venduti, Xp aveva una pentrazione maggiore, ergo vista sta perdendo quote di mercato rispetto a xp
    Adesso ci dicono che era sell-in ma il risultato (il paragrafo sopra) non cambia (semmai peggiora)
    MS, tra 98, XP ecc. e’ sicuramente ancora stradominante sull’installato, ma il solo Vista, sul venduto, ha fatto molto peggio di XP (a un anno data).

  18. Stefano, in tutta onestà non capisco dove tu abbia pescato la seconda affermazione di BillG:
    “le vendite unitarie di Vista sono state il 10% in piu’ di quelle di XP nel primo anno”
    Qui c’è il transcript della keynote – che ho *personalmente* verificato come estremamente accurato – e XP non è stato mai nominato, né da Bill né dagli altri presentatori:
    http://www.cesweb.org/docs/01062008_CES_Bill_Gates-transcript.doc
    L’unica percentuale di crescita che Bill menziona è in riferimento alla vendita di PC, cresciuta del 13%.
    È chiaro che se le premesse sono incorrette, il risultato del ragionamento è anch’esso incorretto.
    Poi si può pure credere che Vista sia un flop di vendite, che la penetrazione sia inferiore, sell-in/sell-out: l’opinione è personale e non mi interessa assolutamente convincerti che sia vero il contrario; ti dirò di più cantare il “de profundis” per MS va molto di moda, qualcuno addirittura fatica a trovare un PC con un Windows qualsiasi vista l’estrema popolarità dei Mac che pare abbiano un’inspiegabile penetrazione di mercato vicina al 100%: http://aovestdipaperino.com/archive/2007/04/07/Microsoft-_E800_-morta.-Un_2700_altra-volta_3F002100_.aspx
    Quello che amichevolmente contesto in questo post è l’uso scorretto di numeri basati su lapsus, equivoci, ecc. La storia, fra qualche anno, ci dirà davvero qual è la verità, anche se volendo ci si può accontentare di statistiche un pelino più accurata: ma a questo punto tornerei a ripetermi e non lo farò. Per ora, solamente per statistica personale, sono estremamente curioso sulla fonte del secondo numero che sono sicuro non ti sei inventato.
    Happy weekend
    -quack

  19. non ho mai cantato il de profundis per Microsoft, anzi. in questo post
    http://blog.quintarelli.it/blog/2008/01/lazienda-di-gat.html
    ho scritto

    I cerimonieri di Gates annunciano messaggi reali, grandiosi, epici. Il maggior giro d’affari nelle console, di molto. Il piu’ grande negozio online di video, una strategia “home” credibile, olimpiadi, costruttori
    di auto. Di tutto, di piu’

    in merito a Apple, in questo stesso post ho scritto che e’ un produttore assai modesto nel panorama mondiale, sicuramente sotto il 4,4%
    nel post di cui sopra ho scritto anche

    Basta che il predicatore Jobs annunci il piu’ potente oggetto della sua storia (cosa ovvia, in un lancio di prodotti) e il pubblico applaude, basta che dica “ancora una cosa…” e la folla entra in delirio. E’ piu’ di una presentazione, e’ una cerimonia, una comunita’ di fedeli che vibra all’unisono ipnotizzata dalla guida del predicatore

    in questo post
    http://blog.quintarelli.it/blog/2008/01/iphone-apple-e.html
    ho evidenziato che Apple e’ una cosa molto piccola, confrontandola a Nokia, che non ha il “brainshare” della mela.
    Non ricordo il video in cui ho sentito del 10% in piu’ di vista su XP, non ne ho tenuto traccia.
    pero’ cercando un minimo ho trovato un dato ufficiale abbastanza coerente che parla di 89 milioni di copie (e mi conforta, dato che ho poca memoria..):
    http://www.microsoft.com/presspass/press/2003/jan03/01-08ces2003overallpr.mspx
    non sono un sacerdote della chiesa di Jobs ma nemmeno uno scudiero di Gates.

  20. Ritengo l’analisi corretta nell’approccio, quindi decisamente proccupante.
    Secondo me la prima cosa che bisogna chiedersi è cosa ci deve fare uno con il computer.
    Per fare Office: Mettere Vista è un autentico suicidio, oltre alle 1000 problematiche con driver e varie configurazioni, Office (di M$ logicamente, ma anche per OpenOffice) dopo l’installazione pesano almeno quanto un altro sistema operativo, la macchina generalmente dimezza già così le sue prestazioni.
    Per giocare: Windows è quasi obbligatorio, M$ ha inchiodato tutti gli sviluppatori con le DirectX che non sono portabili e quindi i giochi non sono diponibili generalmente per altre piattaforme (Linux o MAC) a parte qualche iniziato che ha il coraggio (non senza risultati peraltro) di buttarsi su Cedega
    Home: Qui si apre un modo a parte, WinMCE è un flop ultracolossale, Vista non è da meno, in questo settore di mercato M$ arranca, inoltre il trusted computing e le voci di futuro completo supporto, per il momento sta tenedo lontano gli informati da tale sistema operativo, sistemi linux ma sopratutto MAC sono avanti anni luce e sopratutto non necessitano (nel caso di MAC sopratutto) di supermega sbattimenti per vedere un semplice DVD (magari non della tua regione) piuttosto che copiarsi cineteca e discoteca in formato digitale.
    In buona sostanza non vedo le ragioni per migrare a Vista, io personalmente uso XP per lavoro (Obbligato per le compatibilità di Office), Linux sui computer di Casa (1 Server e 1 Desktop) e MAC (mini) per il mediacenter (FOTONICO)
    Una piccola nota di colore:vi assicuro che il prossimo portatile sarà un MAC, non essendo un giocatore non ci sono ragioni perchè io rimanga attaccato a Windows, inoltre il sistema MAC a parità di hardware ha un’efficenza strabiliante e non costringe l’utente a voli pindarici per gestilo (al contrario di Linux), una grafica che aero si sogna e una fluidità spaventosi. Tanto per fare un esempio, ieri stavo masterizzando un DVD con 2 DivX, mentre masterizzavo mostravo a mio cognato lo stesso film che gli stavo masterizzado e per fargli vedere i prezzi del MiniMAC sul sito ho aperto il browser e ho fatto partire il filmato del nuovo MacBook Air, il tutto con 1 Giga di Ram e un Centrino Duo da 1,66Mhz.
    Fatelo con Vista e poi mi dite
    P.S. Il DVD si è masterizzato perfettamente.
    Bitrix

Leave a Comment

Your email address will not be published.