Sorpresa: Telefonica ha una opzione per ricomprare le azioni dagli altri soci di Telco

Telco controlla di fatto Telecom Italia (la maggioranza del CdA viene da loro); in Telco ci sono Assicurazioni Generali, Mediobanca, Intesa San Paolo e Telefonica. Se una delle prime tre volesse vendere, Telefonica può comprare. Più il titolo scende e meno costerebbe a Telefonica comprare.

Lo scopre il Sole 24 ore di ieri spulciando i documenti depositati da Telefonica alla SEC (la Consob USA) che, secondo il Sole 24 ore, svela un retroscena dei patti: "Telefonica alla SEC: Abbiamo una call"

Molti in Borsa si sono chiesti  come mai nessuno in questi mesi abbia provato a contendere  il controllo di Telecom, dal momento che la capitalizzazione  delle ordinarie è ormai scesa sotto i 18 miliardi. La risposta è: perché è blindata almeno per i prossimi due anni. Blindata, in particolare – come emerge dai documenti depositati alla Sec americana – da Telefonica

Se la documentazione depositata alla Sec chiarisce (ma si potrebbe anche dire svela), tutte le garanzie ottenute dal socio spagnolo, quella depositata in Italia ricostruisce per la prima volta la mappa aggiornata di debiti, garanzie e banche finanziatrici di Olimpia ereditati da Telco, oltre a fotografare il nuovo libro soci del gruppo…

Sul fronte dei debiti, emerge invece che alla data dell’assemblea il 16,66% del 18% di Telecom in pancia a Olimpia è in pegno alle banche. …

Bene, facciamo un passo in più..

Vi ricordate le mie domande in Assemblea ? una cui non è stato risposto era (rispetto ad una eventuale cessione della rete):

7) siete a conoscenza dell’esistenza di eventuali vincoli o patti tra azionisti o tra gli azionisti di un socio che ostino all’ipotesi sopra  descritta ?

In realtà io conoscevo la risposta, perchè sta scritto nell’estratto dei patti parasociali al punto 6:

Nel caso in cui (i) TI effettui dismissioni sotto qualsiasi forma di cespiti esteri – dalla stessa detenuti direttamente o indirettamente –  di valore superiore a Euro 4 miliardi per operazione (o serie di operazioni  intercorse in relazione agli stessi beni nel periodo di 12 mesi) o (ii) TI concluda alleanze strategiche di  rilievo con qualsiasi Operatore Telefonico; in tali casi TE avra’ il diritto di far pervenire nei 30 giorni  successivi una Comunicazione di Scissione alle altre Parti, le quali saranno tenute ad attuare la Scissione  nelle modalita’ descritte nel precedente paragrafo 3.3.

e cioe’, se un azionista non è d’accordo, può richiedere..

la scissione non-proporzionale di Telco mediante attribuzione, in favore di società beneficiarie possedute al 100% da ciascuno degli Azionisti Dissenzienti, di una quota del patrimonio di Telco … corrispondente alla partecipazione posseduta da ciascuno degli Azionisti Dissenzienti

il che significa che se il CdA decidesse che è bene vendere la rete, ad esempio Telefonica potrebbe non essere d’accordo e in questo caso direbbe "datemi azioni Telecom proporzionali alla mia quota di Telco, che me ne vado".

Beh, mi sa che si puo’ fare un regalo al Sole 24 ore e agli altri giornali e facciamogli scoprire il resto delle cose scritte nei patti parasociali, cosi’ non devono cercarli sul sito della SEC e tradurli dall’inglese:

Voila’, in italiano: Download Estratto Patti Telco

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Leave a Comment

Your email address will not be published.