Bernabè incontra alcuni blogger

Link: Luca De Biase.

L’incontro di oggi di alcuni blogger con Franco Bernabè sarà troppo breve. Come un inizio.

Non è la prima volta che un’azienda incontra i blogger. Ma bisogna ammettere che in un paese come l’Italia questa occasione ha un grande valore simbolico.

Già. Il tempo sarà pochissimo per avviare una vera conversazione. E il format potrebbe indurre qualcuno a scambiare il fatto per una sorta di conferenza stampa per blogger. Sarebbe un errore. I blogger possono fare di meglio e dimostrare la loro specificità. Così faranno emergere informazioni che in altre forme non verrebbero fuori.

Ma il fatto che questo incontro avvenga è di per sé un segnale. Da comprendere e valorizzare.

Sottoscrivo. E’ un segnale importante aldila’ del format scelto e della durata che non sono adeguati (Io non sono andato per impegni pregressi dai quali, a onor del vero, non mi sono dato da fare per liberarmi…)

Non sono andato proprio a causa del format e della durata. Non tutti i presenti avrebbero potuto fare domande. Le domande non sarebbero state una conversazione ma solo un domanda/risposta.

Le risposte ufficiali a ogni domanda che io avrei fatto, senza possibilita’ di ribattere e approfondire, le so gia’ (alcune le ho fatte in assemblea).

Se posso fare un suggerimento, una conversazione intorno a un tavolo e con piu’ tempo sarebbe decisamente meglio…

Cmq. alcuni spunti interessanti ci sono, piu’ nella forma che nei contenuti, come l’attacco alle gestioni precedenti

Link: Paolo’s Italian Weblog.

# Tutto sommato
è interessante che Bernabé sia venuto (quelli prima di lui non si sono
mai visti)

 

# I blogger non sono molto bravi a fare domande (probabilmente sarebbe
meglio trovare un formato che consenta di coinvolgerli in delle
conversazioni)

 

# Uno così comunque è abile ad evitare di rispondere a domande
difficili (in particolare la domanda sulla net neutrality che Luca
aveva chiarito perfettamente è stata del tutto evitata parlando
rispettivamente di: gli utili di google, l’introduzione di CC Mail
negli anni 80, i CEO che sanno usare un PC, lo spam)
 

 

# L’OPA su Telecom è stata una truffa nei confronti del paese
 

 

# Oggi Telecom è una public company, senza un padrone

questo e’ quasi vero. infatti una public company non e’ e di padroni ce ne sono almeno tre che stanno facendo schermaglie tra loro…

 

Link: Blogfest giorno1: dal diluvio spunta Bernabè – Vittorio Pasteris.

“Dopo
anni in cui sono successe troppe cose e in cui l’azienda ha pensato
alla finanza piuttosto che ai piani industriali e di sviluppo, possiamo
ritornare a pensare alle telecomunicazioni e al paese”.

Link: Sostiene Bernabè (con due consigli pratici pratici) — Simplicissimus.

ieri
ho assistito a Rovereto all’incontro di Franco Bernabè, amministratore
delegato Telecom Italia, con la blogosfera (e non viceversa, La
blogosfera incontra Franco Bernabè, come un po’ supinamente recitava il
titolo dell’evento.

Dice Bernabè che sì, vabbè, certo, la  net neutrality è una bella
cosa, però, insomma, un provider dovrà pure andarci a vedere dentro a
quei dati se vogliamo evitare che ci arrivi tutto quello spam nella
mailbox. Male, anzi malissimissimo. Il provider non si azzardi proprio
ad andarci a vedere dentro a quei dati, e lasci che a filtrare lo spam
siano i miei firewall, da me scelti e da me impostati, e i miei client
di posta elettronica, da me scelti e da me impostati, e non se ne
faccia un cruccio. Se, come ha detto, il sistema di posta elettronica
aziendale di Telecom Italia fa acqua da tutte le parti, nonostante i
millanta firewall installati, non ne concluda che allora tocca a
Telecom andare a leggere i messaggi prima di farli passare, che non si
azzardi proprio.

Link: Bernabè vince ma non convince.

Sul
tema della neutralità della rete avrebbe dovuto dire chiaramente che
Telecom Italia, per un interesse commerciale legittimo, vorrebbe
privilegiare alcuni bit (telefonia e televisione) rispetto ad altri,
senza raccontarci che è a favore degli utenti con un macigno di ma e
una metafora, quella dello spam, che a mio avviso non regge il paragone.

Link: BERNABE’ CONTRO COLANINNO : ’L’OPA TELECOM UN DELITTO CONTRO IL PROGRESSO DEL PAESE. « l’intelligenza degli elettricisti.

Riferendosi
all’Opa su Telecom, Bernabe’ ha affermato che ’la scalata a Telecom
Italia con i debiti che hanno impoverito la societa’ e’ stata un
delitto contro il progresso del paese’.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *