(update) Non basta essere il piu’ forte per essere il migliore

A mente mi vengono segnalati:

  • Answers (doveva essere l'anti Yahoo Answers)
  • Base (doveva essere l'anti eBay)
  • Catalogs (doveva essere l'anti _____)
  • CheckOut (dove essere l'anti-paypal)
  • Chrome (doveva essere l'anti mozilla/IE/Safari)
  • Coupons (doveva essere l'anti _____)
  • Docs (doveva essere l'anti MS Office)
  • Froogle (doveva essere l'anti kelkoo)
  • Google Talk (dove essere l'anti-skype)
  • Jaiku (doveva essere l'anti-twitter)
  • Lively (doveva essere l'anti-Second life)
  • Knol (doveva essere l'anti wikipedia)
  • Orkut (dove essere l'anti-myspace)
  • Picasa (doveva essere l'anti Flickr)
  • Sketchup (doveva essere l'anti ______)
  • Video Player (doveva essere l'anti VLC)
  • Viewer (doveva essere l'anti _____)
  • Voice Search (doveva essere l'anti pagine gialle)
  • Web Accelerator (doveva essere l'anti Slipstream)

C'e' qualcosa che mi dimentico ? (Grazie Ferd, Inchiostro, Leonaltro, Stefano)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

16 thoughts on “(update) Non basta essere il piu’ forte per essere il migliore”

  1. IMHO, con qualche distinguo, si puo’ parlare anche di:
    – Chrome (non sarà l’anti-firefox ne’ l’anti-explorer)
    – Documents (non sarà l’anti-Office ne’ l’anti-OpenOffice)
    – Picasa (l’anti-flickr?)

  2. Knol (doveva essere l’anti wikipedia)
    Google Talk (doveva essere l’anti skype)
    Live Search (doveva essere l’anti Google)
    Google Base (doveva essere l’anti eBay)
    ce ne sono sicuramente altri…la ricerca continua 😉

  3. Se ti limiti a Google ci sono anche:
    – Froogle (che doveva essere l’anti non so cosa, forse Kellkoo?)
    – Google video (infatti poi si sono comprati Youtube)
    – Google sites (per fare siti internet. Chi lo usa?)
    Spingendo un po’ forse ci puoi mettere dentro anche GMail (che, per quanto di successo, continua ad avere molti meno utenti di Hotmail e Yahoo Mail).
    Tra Blogger / WordPress non so chi vince.

  4. Google-X-site doveva essere la nuova interfaccia per gli utenti Mac (http://www.theplaceforitall.com/googlex/)
    Google Catalogs (http://catalogs.google.com/)
    Google Video Player (doveva essere l’anti WMP o Videolan)
    Google Web Accelerator (doveva rendere le pagine più veloci del 20%)
    Google Answer (doveva essere l’anti Yahoo Answer)
    Google Coupons (servizio per stampare coupons con codice a barre)
    Google Voice Search (una sorta di pagine gialle online)
    Google Viewer (servizio per visualizzare in anteprima le pagine web)

  5. Su Google Docs non e’ detta l’ultima parola…
    In un mondo in cui l’accesso e’ sempre piu’ veloce, ubiquo ed economico avranno sempre piu’ successo i thin client.
    Devono “solo” risolvere il problema della privacy…

  6. Uh, ma gli esempi citati sono “i più forti”? Alcuni non sono ancora morti, altri direi che sono stati esperimenti importanti. Quando uno sta bene e vuole crescere può anche permettersi di fare dei tentativi, dei market test un po’ in grande, magari solo per verificare un potenziale. E’ anche un modo per distinguere gli innovatori vitali dai dinosauri che presto si avvieranno all’estinzione, anche se sono grossi.
    Ok, in Italia non capita più: quando (ma quando?) uno sta bene inizia a far sparire i soldi o a tirarli in settori non tecnologici. Ma la teoria non vorrebbe che…?

  7. @alezzandro:
    io i news alert li uso, google cancella le news dal sito dopo poco – 1 o 3 mesi – ma con le alert posso fare una ricerca nella mia email e trovare notizie datate.
    Non leggo tutte le alert quindi, ma mi creo un piccolo database.
    Per esempio ora ho creato un alert per essere allertato non appena sarà fissata la data e location di italia- all blacks (si parla di san siro). Oppure spesso lo uso per sapere quando alcuni cantanti di mio interesse annunciano un tour.
    In queste nicchie è molto utile.
    don’t be evil! 🙂

  8. Ah scusate, ho dimenticato di scrivere che secondo me froogle non è un flop.
    molti siti lo usano come referenza (woot.com in primis) per comparare i prezzi.
    Se kelkoo fosse altrettanto flessibile (o froogle fosse disponibile in Europa), l’ecommerce dell’area euro subirebbe un vero boom (non dovrei cercarmi a mano mille sitarelli, ora tutti han la stessa moneta diamine.)
    Spero presto in un kelkoo.eu
    my 2 cents

  9. Alcuni dei progetti di Google citati sono alle prime release: parlo di Chrome e anche di Android. Intanto direi che quest’ultimo come stabilità e qualità dell’interfaccia grafica, da quel che ho visto in rete, mi sembra meglio di Windows Mobile che invece è in sviluppo da diversi anni..
    Altri mi sembrano degli illustri esperimenti, loro se lo possono permettere, intanto hanno sdoganato tecnologie come AJAX e il concetto di cloud computing in generale.
    E poi vogliamo parlare dei loro successi? Google Maps e Earth sono davvero eccezionali, e poi con il search nemmeno il Re Mida Microsoft si è ancora avvicinata…

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *