Piano eGov del Ministero per la pubblica amministrazione e l’innovazione

Ministero per la pubblica amministrazione e l'innovazione.

Mi lascia un certo senso di déjà vu. Non si puo' certo attribuire a Brunetta il fatto che le iniziative precedenti, tipo la carta d'identita' elettornica, la firma digitale, il passaporto elettronico, la cartella clinica digitale, la posta elettronica certificata, la fatturazione elettronica, ecc. siano sostanzialmente ferme al palo. Bisogna insistere e provarci.

Una tirata d'orecchie alle persone dello staff, pero' va fatta… E' il Governo, mica la Pippo Srl; posso immaginare quanto e' costata ognuna delle slide presentate; se c'erano degli errori come in queste, i miei ragazzi sanno che li spettinavo dagli urli e stavamo in ufficio fino a notte fonda per sistemare e ricontrollare… Ricordate Miriam, Pepe, Tony,.. ? 😉

Immagine 1

Immagine 2
Secondo questo indice, l'italia si piazza a 27, poco oltre la media europea (che e' 76…) (anche nel merito dell'indice ci sarebbe da dire..)

Immagine 3 Perche' non c'e' Internet ? "pesano soprattutto i costi", dice la didascalia, mentre il grafico mostra che le ragioni sono "non serve" o "mancanza di conoscenze". Ma forse il grafico non si rifierisce all'italia ? allora che ci sta a fare ?

Immagine 4
La fotografia della "euroean Commission" (letterale)  sulla situazione italiana mostra "non solo ritardi sulla banda larga ma anche sull'eccesso ad internet". A parte gli strafalcioni, c'e' banda larga non Internet ?

Immagine 5
Innovazioni: il numero amico. cioe' call center. Ne saranno felici i colossi del settore.

Immagine 6
Innovazione: uso degli smileys.

Immagine 7
Innovazione: Reti amiche. A suo tempo non ne avevo scritto. in effetti c'e' un substrato tecnologico e quindi si puo' ben inquadrare in questa categoria e mi pare che stia funzionando.

Immagine 8
Bisogna andare verso la NGN, intanto "SONO NECESSARI INVESTIMENTI SUGLI ELEMENTI INTERMEDI DELLE RETI" per "ELIMINARE IL DIGITAL DIVIDE DI PRIMA GENERAZIONE"
Ci siamo inventati il Next Generation Digital Divide, a quanto pare…
Cmq. traduzione: bisogna finanziare il backhauling, sulla qual cosa come noto sono d'accordo, ma con che regole ?
Immagine 9
Infratel dice: 800 milioni, una parte agli operatori mobili, una parte a Telecom, leggo io…
Ma, domanda: quale e' la reale copertura delle reti Wimax ed Hiperlan ?
Staro' all'occhio, e al momento opportuno, lo segnalero'. Vedi mai che salti fuori qualcuno che ponga qualche domanda.

Immagine 10
E' stata costituita l'Agenzia per la diffusione delle tecnologie dell'informazione, a Milano. Si, prevista nella finanziaria 2006. Statuto approvato l'8 aprile 2008. Ci mette di meno l'ISO…

Poi ci sono esempi di progetti. Alcuni molto ambiziosi. Ad esempio, la notifica telematica degli atti giudiziari dubito fortemente che potra' avverarsi nei tempi indicati. Prima occorre l'Anagrafe Digitale dei cittadini. Mi spiego meglio, magari il servizio lo potrai anche attivare, ma le notifiche le farai ancora con le poste che continueranno a pagare  penali per gli atti non consegnati. (me ne sono occupato in passato, conosco l'argomento). L'accesso ai casellari giudiziari in visione, credo si potra' anche fare ma il rilascio e' tutto da vedere. La trasmissione atti da polizia a procure mi pare un obiettivo realizzabile. Sulla digitalizzazione dei certificati medici, sono pronto ad accettare scommesse. Cosi' come il fascicolo sanitario elettronico. (anche di questo mi sono occupato in passato). Per non parlare del 100% (!!!) di diffusione della posta elettronica certificata, della fatturazione elettronica verso la PA, e dei pagamenti online verso la PA..

Saro' lieto di sbagliarmi, ovviamente.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *