Commenti sull’Aria

Preciso oggi..

il servizio funziona bene, basta che non ci siano situazioni complesse con pareti troppo spesse. Cio' e' dovuto alle alte frequenze usate; l'interesse sarebbe certamente maggiore se fossero disponibili ed assegnate le frequenze sui 2,6GHz al cui riguardo agcom ha gia' fatto una consultazione; speriamo che vengano stabiliti i criteri ed assegnate presto.

speriamo che le modalita' favoriscano un "beauty contest" rispetto all'asta; soprattutto in questa situazione economica, e' importante che gli operatori abbiano risorse per fare gli investimenti, non che distraggano un aprte importante di risorse per pagare una tassa di concessione allo Stato, incidendo sulla possibilita' di remunerabilita' complessiva dell'iniziativa.

Avevo scritto venerdi… Appunti sintetici…

  • 100 clienti in 2 mesi sulla BTS di PG, ca. 1600 clienti 
  • in umbria con 35 BTS, copertura 110K clienti, 90 households 20 business
  • mkt shr ca. 3%. raggio 7-8Km
  • 20 BTS in umbria da inizio gennaio, nel 2009 altre 9 regioni –
    puglia lombardia veneto toscana, poi friuli lazio piemonte, liguria,
    emilia romagna
  • 60M equity, obiettivo investimento qualche 100M
  • operatore nazionale per diventare uno dei 4-5
  • offerta solo dati home+soho
  • voce+dati in Q3 con archi di numerazione propri
  • nelle altre reti mobili, 70% dei dati da chiavetta e' da prima cella (segno di sostituzione fisso)
  • target a 5 anni 50% di copertura; all'inizio aree DD, poi il resto.
  • Target 2013: 3200 comuni, 4100 bts, 1,2Mclienti, ca 9% Mkt shr
  • breakeven per una BTS e' a ca. 200clienti. backhauling SDH 155Mbps per gli anelli e ethernet 64Mbps
  • pensano offerta wholesale da whitelabel a bitstream
  • canali commerciali: inbound call center, web site, agenti/retail in umbria
  • chipset wimaxinside saranno 2Q10 e dongle USB oggi 6dB, antenne esterne arrivano fino a 20dB
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

6 thoughts on “Commenti sull’Aria”

  1. I target 2013, già letti su varie fonti, soprattutto i clienti, mi sembrano irrealizzabili e solo una speranza. Invece dici che i clienti sono 1.600 ad oggi in tutta l’Umbria (unica regione in cui hanno commercializzato il servizio) di cui 100 a Perugia. Intendi questo? Non è che nei 1.600 c’è anche la loro customer base in Wifi? Essendo partiti solo a febbraio mi sembra che 1.600 siano pure troppi, visti anche i commenti in una news precedente del tuo blog sulla qualità del servizio Aria

  2. Ti sei dimenticato il dato piu’ importante … quanti in centro urbano e quanti in campagna aperta? Bisogna trovarlo questo dato, visto che i bandi sono stati fatti a licenza individuale … e sparando che “il wimax risolve il digital divide” …

  3. Qualcosa mi dice che i soliti operatori telefonici con l’UMTS a 900 Mhz avranno un vantaggio non indifferente indoor.
    Ma con il passaggio al digitale terrestre non si liberano frequenze più basse?

  4. btw, il dato ce l’ho … hanno fatto piu’ contratti in pieno centro abitato (dove c’e’ adsl) che dove non c’e’ alcun tipo di broadband. E qualcosa mi dice che tu lo sapevi ma non l’hai voluto scrivere … fetente …
    p.s.: cmq, la cosa importante da rilevare e’ che le previsioni di chi storceva il naso a sentir parlare di “risoluzione del digital divide a mezzo wimax” sono tutte confermate. Oddio, magari piu’ avanti non sara’ cosi’, future never known … ma su mera base esperenziale sappiamo entrambi che rimarra’ tale e quale, per il semplice fatto che non si vede per quale motivo uno che ha vissuto tutta la vita senza broadband dovrebbe iniziare ad usarlo (se nessuno gli da’ un incentivo sostanziale di immediata comprensione – ie: soldi,fica – per spingerlo ad iniziare a farlo). Perche’ non prendi uno dei tuoi compari che producono appliances hw per Replay, e gli dici di aggiungere all’interfaccia (e sul telecomando, mi raccomando) un bel bottone grosso, rosso, con scritto “PORNO” … che carica direttamente YouPorn o Redtube? Secondo me sortirebbe piu’ effetto quello, che mille seminari deserti all’Ottagono di Milano da parte dei carrozzoni mediatici in corso d’opera (codice internet, i love internet, current, etc) … alla fine basta fornire la scelta all’acquisto per due telecomandi, uno per bacchettoni (bianco, con pennino – che non serve a niente, ma l’optional fa figo – a forma di cilicio, e il tasto “Radio Maria”), e uno per delinquenti (nero, con pennino – che non serve a niente, ma l’optional fa figo – a forma di vagina, e il tasto “PORNO”). Tanto l’integratore cinese le serigrafie te li fa pagare uguale … e alla vendita e’ solo questione di una crocetta in piu’ sul form … se riesci pure a trovare dei pennini in materiale spugnoso e dargli anche un tubetto di qualche materiale oleoso, hai fatto bingo 😛
    (ue’, mica lo dico io eh … se vai su Google Trends e confronti “porno” con tutto il resto delle ricerche … non c’e’ dubbio alcuno)

Leave a Comment

Your email address will not be published.