Ci vediamo stasera a Torino ?

24° Mercoledì di Nexa – Tutti i numeri della Rete italiana | NEXA Center for Internet & Society.

24° Mercoledì di Nexa – Tutti i numeri della Rete italiana
Mercoledì di Nexa
24° Mercoledì di NEXA
Mercoledì 13 ottobre 2010, ore 18-20
Corso Trento 21, Torino (primo piano)
Ingresso libero

Neutralità della rete, tariffe flat, 4G, reti in fibra, wifi pubblico, deep packet inspection, gestione del traffico, profilazione. Sono tutti temi di grande importanza che riguardano l’evoluzione di Internet e che esamineremo sulla base di considerazioni tecniche ed economiche che riguardano gli operatori di telecomunicazioni.

If you like this post, please consider sharing it.

5 thoughts on “Ci vediamo stasera a Torino ?”

  1. Peccato per la mancata registrazione perché è stato interessante e chiaro rispetto allo stato e ai problemi dell’industry.
    Personalmente ho rilevato solo un errore e una sottovalutazione (e lo dico da ignorante, ma ben convinto :-).
    L’errore riguarda la questione dei cavi di rame da alimentare contro l’ossidazione e i topi (beh, siamo a livello 1…), fermorestando che innegabilmente la rete fissa richiede manutenzione (sia pure poca e con tanti “trucchetti” per tagliare le spese) anche se gli utenti sono in calo. Un vero incubo per gli analisti finanziari che sicuramente vedono i topi che si mangiano i ri..cavi!
    La sottovalutazione è nella relazione tra costruttori e operatori nel momento in cui gli operatori, abbandonato per motivi anche ideologici il modello puro PTT, sono privi di forti strutture proprie per orientare l’innovazione. L’incapacità strutturale di capire l’innovazione è uno dei motivi per cui fino a qualche tempo dopo gara UMTS gli operatori non erano affatto convinti circa l’uso dell’IP nella rete (core e di accesso). Questo errore è stato, per me, essenziale per cadere in alcuni dei paradossi attuali che sono stati descritti e chiariti benissimo e sempre con il conforto di dati solidi.
    Grazie!
    Aggiungo un aneddoto sulla gara UMTS, per ricordare il clima dell’epoca. Tutti parlavano di qualcosa che avrebbe mosso miliardi a palate, il governo non sapeva più come usare la massa di denaro che sarebbe improvvisamente arrivata (dal sud alla scuola passando per la sanità, sembrava un programma elettorale), durante l’asta si poteva vedere la videochiamata in un TIR parcheggiato davanti al ministero e che ricordava a tutti la magia della prossima killer application, ecc.
    All’epoca il bando bisognava ritiralo di persona presso il ministero all’EUR, in Viale America. Beh, in quei giorni era comparso un cartello che spiegava in che stanza ritirare il plico e che ESIGEVA il pagamento in contanti delle fotocopie. Qualcuno al ministero aveva capito TUTTO!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *