Mamma li russi !

VimpelCom, Egypt’s Sawiris Agree to Combine Phone Operations – Bloomberg.

VimpelCom Ltd., Russia’s second- largest mobile-phone operator, and Egyptian billionaire Naguib Sawiris agreed to merge their phone assets in a transaction valued at about $6.5 billion.
VimpelCom will own Sawiris’s Weather Investments SpA’s 51.7 percent stake in Egypt’s Orascom Telecom Holding SAE and all of Italian mobile operator Wind Telecomunicazioni SpA. Weather shareholders will get 20 percent of new VimpelCom shares valued at $4.7 billion at current prices and $1.8 billion in cash.

The deal would create the world’s fifth-largest mobile- phone company with a combined subscriber base of more than 174 million customers and give VimpelCom, which has operations in many of the former Soviet republics, access to markets in Africa and the Middle East.

…Had the companies combined in 2009, they would have had total revenue of $21.5 billion and [EBITDA] $9.5 billion.
The new company will have operations in 20 countries and post-transaction net debt up to $24 billion

…Orascom’s operations in Egypt and North Korea won’t be part of the new company.

“Minority shareholders in Orascom Telecom will benefit from the synergies created by the combination of the two entities, especially in the area of procurement and by the overall strengthening and de-risking of the Orascom Telecom balance sheet,” Sawiris said in the statement.

ettepareva.. le mitiche “sinergie”

…VimpelCom, with a listing in New York, was formed from the consolidation of Russian billionaire Mikhail Fridman’s Alfa Group and Norway’s Telenor ASA of holdings in Russian and Ukrainian mobile-phone operators.

Telenor says backs Vimpelcom-Weather deal, for now | Reuters.

Norway’s
Telenor (TEL.OL) said it backs Vimpelcom’s (VIP.N) mobile asset tie-up
with Weather Investments for now,but that all of the deal’s conditions
need to be met for it to support the merger at Vimpelcom’s shareholder
meeting.

Non capisco il senso della precisazione di Telenor (azionista Vimpelcom). E’ ovvio che le condizini devonoe ssere verificate e l’operazione approvata dagli azionisti. C’e’ qualche perplessita’ nell’aria ?

Non credo che dal punto di vista gestionale debba cambiare un granchè, a parte che Mosca e’ piu’ fredda del Cairo.

E voi, che ne pensate ?

If you like this post, please consider sharing it.

4 thoughts on “Mamma li russi !”

  1. Spero proprio di no! Tuttavia, a parte il rischio polonio per i Commissari AGCOM (…dopo l’oppio che hanno evidentemente assunto in questi lunghi anni), con i russi non si scherza. L’economia del petrolio e del gas rischia di graffiare seriamente, e incrinare poi, molti rapporti di forza economici della vecchia UE. Qui a Bari c’è anche la fila per vendere a Putin il Bari AS! Con la speranza di diventare il Chelsea! Ma i giocatori del Chelsea, lo sai, sono poliglotti…Se vuoi regolare il mercato, purtroppo non c’è che da appellarsi alle forze sane (?) del nostro capitalismo..ma dove sono?

  2. Ho letto di Bersani-Trochetti sulla vendita ad un gruppo estero: mi attendevo di legger qualcosa sul tuo blog,metterai qualche approfondimento ? Ma non si doveva non vendere ai capitali stranieri ?

  3. Be’ oltre a Echelon, quindi gli anglo-americani, adesso ci possono ascoltare anche i russi!
    È o non è par condicio?

  4. Non credo cambierà molto per Wind in termini di operatività e strategie; gli azionisti russi e norvegesi sono secondo me interessati soprattutto agli asset di Wind prima ancora che a quelli di Orascom Telecom; la partecipazione in Mobinil (l’operatore mobile egiziano) è infatti esclusa dagli accordi anche perchè se ricordo c’era un contenzioso in corso con France Telecom che voleva esercitare una call sulla società mobile egiziana scontrandosi con Governo e Orascom un po’ come successo a Telecom Italia in Agentina. I Russi e i Norvegesi avranno più del 60% della nuova Vimpelcom per cui è evidente che comanderanno loro, ma visti i buoni risultati di Wind non ci dovrebbero essere cambiamenti improvvisi

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *