Rojadirecta.com fights back

Si noti che il contrattacco di rojadirecta non è per difetto di giurisdizione (una autorità USA che sequestra il dominio .com di una società spagnola) ma per violazione del primo emendamento.

Spesso i nordamericani non capiscono come da noi la dignità della persona prevalga (da cui la responsabilità editoriale). Dl’altro canto, fa abbastanza sorridere questo invocare la libertà di espressione per un sito che palesemente è pensato per favorire la pirateria.

Intendo dire con questo che entramble le classi di ordinamento (USA ed Europa) hanno da fare i conti con dei ribilanciamenti di punti di equilibrio tra diritti fondamentali ed efficienza economica.

U.S. Faces Legal Challenge to Internet-Domain Seizures | Threat Level | Wired.com.

The legal filing in New York federal court by site owner Puerto 80 Projects represents what is believed to be the first courthouse challenge to “Operation in Our Sites.” ..
…The lawsuit added that “the government effectively shut down an entire website, suppressing all of the speech hosted on it, based on an assertion that there was probable cause to believe that some of the material linked to the website (though not found on the website itself) might be infringing.”
The court-ordered seizures are aimed at web sites that sell counterfeited goods, as well as sites that facilitate illegal music, film and broadcast piracy.

If you like this post, please consider sharing it.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *