Con le nuove regole fisco #ammazzastartup. Come costringere le startup ad emigrare

A seguito del mio post "andiamo avanti cosi', facciamoci del male" un imprenditore veneto ha chiesto un parere al suo commercialista su quanto da me riportato ed ha scoperto di essere anche lui uno di quelli che verranno bastonati, forse fino a chiusura.

Mi ha pregato di pubblicare, anonimizzando, la risposta del suo commercialista.

Che serva di avvertimento a chi fa startup in italia, che sappiano a cos apossono andare incontro…

Buongiorno,

la disciplina della c.d. "Società di Comodo" è stata profondamente modificata  dai recenti interventi normativi, rendendo la materia un vero e proprio "rompicapo". 

  • 1) Società di Comodo: test di operatività
    Come si può vedere dal prospetto con la disciplina "classica" delle società di  comodo AZIENDAX è a posto: i ricavi conseguiti sono superiori ai ricavi figurativi calcolati sull'ammontare delle immobilizzazioni.

Il commercialista allega tutte le tabelle con i conti ed i test dei "ricavi figurativi", ovvero dei ricavi che secondo il fisco AZIENDAX dovrebbe fare e trova che, secondo questo punto di vista, va tutto bene. AZIENDAX è una società veramente operativa. In effetti fattura n volte di più di quello che è il dato minimo che il fisco richiede per essere considerata una società realmente operativa.

Peccato ci sia il secondo criterio…

  • 2) Società di Comodo: presunzione in caso di perdita sistematica
    Con le ultime disposizioni il legislatore ha statuito una "presunzione di società di comodo" per le società in perdita sistematica: in sostanza se nel 2009/10/11 AZIENDAX è in perdita risulta di comodo. Nel 2009 AZIENDAX aveva un reddito (ancorché minimo), ma ciò non è un esimente: infatti la novellata legge prevede che "se nel periodo di monitoraggio, due esercizi erano in perdita ed uno aveva un reddito inferiore a quello stabilito dai coefficienti figurativi, la società si considera comunque di comodo".

I ricavi (punto 1) andavano bene.

Pero' AZIENDAX sta investendo per allargare il mercato e la gamma di prodotti. Tutti soldi messi dall'imprenditore e dai suoi soci. Ha chiuso due anni con un risultato netto (ricavi – costi) negativo ed il terzo anno con un risultato netto che, secondo il fisco, "non è sufficiente".

In pratica, se sei un bar per cui non investi per il futuro, va bene se fai i ricavi e gli utili minimi che il fisco desidera. se sei una startup che sta costruendo prodotti in un settore ad alta tecnologia, hai ricavi che crescono bene, e continui a investire, allora non va bene, sei "di comodo"

Nell'eventualità, le conseguenze di essere di comodo sono:

  • viene in ogni caso determinato a giugno 2013 per l'anno 2012 un REDDITO MINIMO (il fisco decide quanto hai guadagnato, anche se non lo hai fatto. ndr)
  • l'aliquota IRES del 38% (anziché 27,5)
  • divieto riporto e compensazione credito annuale IVA

AZIENDAX finisce con il pagare minimo Euro XXX di IRES anche se nel 2012 fosse in perdita!!!

Se nel 2011 non riusciamo a chiudere con un minimo reddito, non resta che la strada dell'"Interpello disapplicativo": sarà necessario dimostrare all'Agenzia delle Entrate che le perdite derivano da effettiva attività svolta, ecc.

Pertanto confermiamo quanto nel blog e ribadiamo che siamo nel paradosso
una start-up operativa, con capitale di rischio interamente dei soci, è  considerata alla stregua di quelle società utilizzate come "schermo fittizio"  per separare i patrimonio dei soci di riferimento!!!
Se ha bisogno di ulteriori chiarimenti, non esiti a contattarmi.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *