Quando le dimensioni sono importanti (carta d’imbarco solo con telefonino, non con tablet)

Ricevo da un amico e volentieri segnalo..

Non provate a mostrare la carta d'imbarco su un tablet:

Alitalia fa fare il web ckeck in con carta di imbarco in pdf su ipad ma la sicurezza ti manda indietro perché non è accettata dalle disposizioni.

Vale solo su telefonino.

(l'ipad e' troppo grande)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

11 thoughts on “Quando le dimensioni sono importanti (carta d’imbarco solo con telefonino, non con tablet)”

  1. Ma è un problema tecnico o cosa?
    Qual è il numero massimo di pollici che può avere uno schermo per essere definito telefonino? Fino a 6 è telefonino e oltre è tablet? Bisogna cominciare a dare i nomi alle cose, altrimenti….
    E se lo mostrassi sull’iPod Touch che non è un telefonino?

  2. A me risulta che il fibrocemento venga da diversi anni prodotto con fibre di vetro, fibre sintetiche e fibre di cellulosa e non più con l’amianto.
    Eternit è il marchio, non il materiale.

  3. cito da http://asbestosinthedock.ning.com/profiles/blogs/lettera-di-supporto-alla-afeva-e-citadini-di-casale-monferrato:
    … il potente gruppo ETERNIT S/A di fibrocemento, un’impresa ora nazionalizzata e che ha come subsidiaria la terza maggiore miniera di amianto del mondo – la SAMA S.A.
    La Eternit in Brasile è stata controllata per oltre 40 anni dal gruppo elvetico-belga, e dalla famiglia Schmidheiny in particolare, che qui ha inviato il suo giovane erede, Stephan, perché apprendesse a gestire gli affari di famiglia e che nella sua autobiografia, nel tentativo di minimizzare le sue responsabilita in questa tragedia scrive:
    La polemica sui potenziali effetti nocivi prodotti dalla polvere di amianto è stata uno shock per me sotto molti aspetti. Io stesso sono stato esposto alle fibre di questo materiale durante il mio stage in Brasile…

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *