Unbundling, amore e odio | Cristoforo Morandini’s Blog

Sono un po' impegnato tra visite mediche ed esami in questi giorni, e solo ora ho letto questo bel post di Cristoforo Unbundling, amore e odio. circa la riduzione dei prezzi regolamentati all'ingrosso di TI.

La cosa che deve aver fatto incavolare di piu' e' il prezzo del bitstream (che cala del 22%)  dato che è l'offerta che non rientra nel progetto di scorporo della rete

Va segnalato anche che tutti i conti fatti dagli altnet sul bitstream indicavano una percentuale di riduzione ancora maggiore.

Certamente Telecom l'ha presa molto male,

Dice tra l'altro che la riduzione dei prezzi all'ingrosso rischia di compromettere lo sviluppo nelle nuove reti in fibra. (<ironia>Le stesse che sono state annunciate a partire dal 2002</ironia>)
Dice che queste regole non vanno bene e che servono regole per favorire l'occupazione… a buon intenditor…
Dice che deve essere valutato l'impatto sui programmi di investimento e di societarizzazione della rete

Traduco come capisco io (ma sicuramente sbaglio)… con questi prezzi ridotti, in vista licenziamenti, niente scorporo della rete, niente investimenti, niente rete in fibra.

Immagino che i telefoni in AGCOM siano roventi, ma a questo punto non possono fare marcia indietro senza minare la propria credibilità. Vi immaginate i concorrenti ? Come l'arbitro che fischia un rigore e poi non lo concede per le proteste della squadra sanzionata…

Vedremo che succederà a Bruxelles..

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *