Mastodon come alternativa a Twitter; Mastodon non è Twitter, è antivirale per costruzione; La sfida principale di ogni community.

Questo post è un riassunto di cose scritte in precedenza altrove (sul mio account @quinta@mastdon.uno) , concentrate in un unico luogo perchè potrebbero essere utili o di interesse a nuovi utenti di Mastodon.

Mastodon è meglio o peggio di twitter ? E’ diverso. E’ costruito per ridurre tensioni, insulti, maleducazione, tossicità… C’è meno gente, ma i contenuti di twitter possono essere mirrorati facilmente, per quegli utenti di cui porprio non potete fare a meno. Meno dopamina, più tranquillità.

In questo post spiego un po’ le basi per destreggiarsi, quali sono i principali meccanismi de-tox di Mastodon e la sfida (affatto impossibile) che abbiamo davanti.

Circa Mastodon come alternativa a Twitter

Cosa è mastodon e come funziona ?
Ma come ? io non ho un account su mastodon ma ci sono a mia insaputa ???
Come funzionano i collegamenti automatici tra twitter e mastodon ?

Ve lo spiego facile facile…

0) Prima alcune premesse

  • twitter è un po’ come whatsapp
  • mastodon è un po’ come la mail

Su twitter (come whatsapp) per comunicare tutti devono stare sullo stesso server; Su mastodon (come con la mail) chiunque può stare sul server che preferisce, e tutti i server sono collegati

La mail usa dei protocolli (regole con cui i sistemi si scambiano dati), tipicamente IMAP ed SMTP; Mastodon usa un protocollo chiamato activitypub

L’insieme dei server mail si chiama…mail; l’insieme dei server activitypub su si chiama fediverso (casomai ve lo foste chiesti).

Mastodon è parte del fediverso, usa activitypub per replicare funzioni simili a quelle di twitter

I Twit su Mastodon si chiamano Toot; retwittare su Mastodon si dice Boost

1) Client e server

Si può accedere alla mail con interfaccia web o con un client. lo stesso dicasi per mastodon. C’e’ un elenco dei client qui: https://joinmastodon.org/apps (per Android c’è anche TwidereX). Naturalmente potete anche fare una webApp sul vostro cellulare, anziche’ installarvi un client. Per inciso, quando si fa una webApp, è sempre meglio pensare di non farla salvandola direttamente dal browser ma usare una App appotia che fa webapp che così vengono eseguite segregate e limitano la esfiltrazione di dati, il cross-site scripting, i tracker, ecc. Su Android io ho usato Hermit e WebApps (scaricabile da fdroid) per creare le webApps.

In genere ci si riferisce ai server mastodon come “istanze mastodon”. Ci sono N istanze, con utenti locali (come gli utenti locali di un server email) e ogni utente di qualunque istanza mastodon nel mondo è raggiungibile.

Come per la mail, potete crearvi un account su qualunque istanza o farvi un vs. server. Come per la mail, ci sono utenti locali (che stanno sullo stesso server) e utenti che stanno su altri server. Talvolta i server hanno un tema/argomento di riferimento (ad esempio un server con utenti appassionati di design. Tutti questi utenti sono comunque trovabili (con la funzione Cerca), raggiungibili (e seguibili) da qualunque altro utente del mondo).

Ma, per facilitare le conversazioni locali per server tematici, c’è una funzione che mostra una timeline Locale, altrimenti si vede la timeline della intera Federazione o, con la Home, la propria, con i toot degli utenti che seguiamo (o i toot da loro boostati).

Per la precisione, la timeline federata è composta da tutti i post di quelle persone che sono seguite da almeno una persona della nostra stessa istanza (o che sono boosted da un altro utente della nostra istanza). Inoltre, a volte le istanze si collegano a un nodo “relay”, quindi i post pubblici di ciascuna istanza collegata vengono visualizzati su tutte le loro timeline federate.

2) Come scegliere l’istanza, La moderazione

La domanda sorge spontanea: come scelgo l’istanza dove creare il mio account ? Chi tiene alla propria autonomia assoluta, non sceglie una di quelle pubbliche ma mette il sotware mastodon su un proprio server. Chi non vuole fare il proprio server si crea un account su una istanza pubblica.
Quando arriviamo su Mastodon, se non conosciamo nessuno, guarderemo principalmente la timeline locale. Server italiani è più probabile che abbiano utenti italiani, come disse La Palice. Originariamente i primi server erano soventemente tematici, riferibii a comunità con interessi condivisi, come scrivevo sopra, poi ne sono nati di generalisti. Questa e questa sono due delle tante liste di istanze di mastodon. Di solito le istanze sono gestite da appassionati e volontari. Ricordatevi che siete loro ospiti. E che loro dettano le regole che valgono a casa propria. Per cui è bene che leggiate le condizioni d’uso, prima di iscrivervi.
A differenza di Twitter, qui c’è la possibilità di sceglere da chi farsi ospitare, quindi va scelto.

Repetita iuvant: La moderazione di ciascuna istanza dipende da chi la crea e dalle regole che si dà. Pensiamo alla mail: una mail è solitamente riservata ai corrispondenti, eccetto le mailing list che sono pubbliche sul web. Alcune istanze mastodon sono rifiutate dalle altre, ad esempio perchè piene di contenuti che altri considerano esecrabili. un po’ come si rifiutano i server mail che generano spam.

3) Toot e visibilità

Su mastodon i toot sono pubblici ma si possono usare messaggi diretti riservati ai corrispondenti.
Ad ogni Toot si può assegnare un livello diverso di visibilità:

  • Pubblico: Visibile a tutti
  • Non elencato: Visibile a tutti, ma escluso dalle funzioni di scoperta
  • Solo i seguaci: Invia solo ai follower
  • Solo persone citate: Invia solo a utenti menzionati (analogo ai messaggi diretti di Twitter)

4) Ponti tra Twitter e Mastodon

E se io sono su mastodon e voglio leggere i twit di chi sta su twitter ? Qualcuno ha fatto un software open source, chiamato BirdsiteLive che consente a chiunque di fare uno specchio, un bot che prende un twit pubblicato su twitter e ricopiarlo su un server Mastodon.

Non è una impersonazione, è uno specchio dei contenuti. Chiunque può installarsi birdsiteLive e fare questa attività. Ci sono molte persone che lo hanno installato e che lo rendono disponibile a chi vuole seguire qualcuno su twitter

Basta i) cercare “BirdsiteLive Homepage” i) scegliere una delle molte istanze ii) indicare l’account twitter che si desidera seguire. BirdsiteLive crea un account “specchio” con un identificativo da inserire nella funzione di ricerca del proprio client mastodon per ricevere i contenuti rimbalzati da twitter.

Un Caveat: Twitter ha dei limiti alla frequenza di accessi, per cui Birdsite ha dei limiti di aggiornamento e numero di account seguiti. Il boom dei nuovi utenti di Mastodon di questi giorni ha portato a saturare anche molti server Birdside. Per questa ragione molti non si fanno indicizzare dai motori di ricerca. Un buon modo per scoprire un server birdsite non indicizzato è… fare un toot per chiedere agli altri utenti se ne conoscono uno ancora funzionante/disponibile !

Ci sono anche dei modi per ricopiare i nostri twit su Mastodon e viceversa. Se siete interessati potete usare, ad esempio un Mastodon Twitter Crossposter (io usavo moa.party, adesso scrivo solo su mastodon)

Attenzione: mirrorare con Birdsite genera sulla vostra istanza un carico non predicibile: un utente potrebbe decidere di mirrorare 10000 persone da twitter! questa cosa, soprattutto in un momento di grande espansione delle istanze può essere problematico come volumi e come pianificazione delle capacità. Molte istanze non vogliono che si mirrorino account da twitter e la cosa è ragionevole. Al limite, come buona educazione, mirrorate il vostro account (se proprio volete), ma siate assai parchi.

5) Note su Privacy e Attenzione alle citazioni

ATTENZIONE! su mastodon, se in un messaggio diretto (una conversazione privata) si cita un utente (ad esempio @quinta) si include l’utente nella conversazione. Se in una conversazione criticate qualcuno citandolo per nome, gli farete leggere ciò che pensate di lui…

Questo perchè il concetto base del sistema è che toot non sono “privati”. Un messaggio “privato” è solo un toot come gli altri con visibilità limitata alle persone menzionate nel toot stesso. I messaggi non sono cifrati, sono salvati sul server in chiaro.

Quindi non va confuso Mastodon con un sistema di messaggistica privata. Se volete un sistema di messaggistica privata (alternativo a Whatsapp/Telegram), potete considerare Signal o meglio ancora Matrix. Signal è un servizio, quindi con un server centrale; Matrix è una tecnologia federata; chiunque può fare il proprio server (come la mail) e tutti interoperano; un po’ la stessa differenza tra twitter e mastodon. Potete crearvi un account su un server matrix pubblico o crearvi e gestirvi il vostro server. Ci sono tanti client per matrix, Noi in azienda usiamo Element (con un nostro server aziendale).

Mastodon non è Twitter, è antivirale per costruzione

Qui c’è la traduzione di un post approfondito sul tema, scritto da Clive Thompson

In sintesi:

La funzione obiettivo di Twitter (come di qualunque social) è massimizzare la permanenza degli utenti in modo tale da creare opportunità di mostrargli pubblicità. (Twitter un po’ meno di altri, per la verità). Ciò viene ottenuto favorendo e stimolando emozioni per aumentare la viralità e il coinvolgimento. Emozioni che spesso finiscono per essere tensioni esacerbate, aumentando la polarizzazione delle persone (e con esse, delle società).

Mastodon è disegnato per ottenere l’effetto opposto. Per questa ragione i creatori di Mastodon hanno previsto o escluso alcune funzioni, con il fine di creare attrito, di rallentare le cose, per ridurre la viralità, per inibire le ondate di emotività, non per stimolarla.

  • Manca la funzione “cita il tweet”: si può rilanciare un Toot ma non commentarlo, questo perchè i creatori di Maston si erano accorti che questo era un meccanismo che generava messaggi negativi e accendeva ondate emotive.
  • Le timeline sono solo temporali: non c’è un sistema di intelligenza artificiale che esamina le interazioni degli utenti con i contenuti al fine di stabilire cosa sia conveniente promuovere nelle loro timeline. Le timeline sono solo in ordine cronologico inverso (i toot più recenti in alto).
  • Manca una funzione di ricerca dei contenuti: La ricerca è un modulo aggiuntivo dei server, non sempre presente, che consente di cercare all’interno dei propri contenuti, non nell’universo mondo. Questa mancanza limita gli attacchi da parte di bot e troll. Quando qualcuno ha fatto un motore di ricerca esterno, la comunità si è ribellata. ed il progetto è stato bloccato. In questo modo il focus diventano le persone (che possono essere seguite), non i singoli toot.
  • Mancanza dei contatori: Nell’elenco dei toot non si vedono i contatori mentre sono visibili quando si apre il dettaglio. Anche questo è un meccanismo per introdurre frizione: ogni toot in partenza è uguale, se poi si approfondisce, si vede la sua popolarità. Un incentivo a decidere da noi e limitare l’influenza di altri.
  • I server possono essere defederati: se un server genera troppe interazioni e contenuti che gli altri server considerano “tossici”, questo può essere defederato bloccando ogni interazione. Un po’ come quando un server mail genera troppo Spam e viene bloccato dagli altri. E’ un incentivo molto forte per ogni gestore per tenere una adeguata pulizia in casa propria, a vantaggio di tutto l’ambiente.

Sembra poco, ma queste piccole accortezze sono sufficienti a cambiare profondamente l’ambiente.

Meno dopamina, più tranquillità.

La sfida principale di ogni community

Anche se Mastodon è costruito per incentivare comportamenti positivi, il pericolo di inquinamento esiste smpre. Per questo diventa chiave la moderazione. Mastodon ora, con le persone che ci sono, costa poco e sta in piedi da solo.

Mastodon oggi viene visto come un nuovo spazio in cui proiettiamo il meglio di noi stessi. E’ lo stesso effetto che hai quando la gente va a camminare in montagna: incroci delle persone e le saluti. In città le persone ti sfiorano, li mandi a quel paese.

Mastodon è rimasto un ambiente pulito ed educato ma siamo ancora a livello degli utenti che vanno in montagna, ora sta diventando di più la passeggiata domenicale fuori porta. Bisogna vedere cosa succederà quando e se diventerà una metropoli.

Quando la base degli utenti si allarga e inizia ad arrivare chi si comporta male, serve moderare. E la moderazione costa. Questa cosa ancora non la stiamo vivendo, stiamo appena cominciando a vedere la necessità e l’onere della moderazione sui vari server Mastodon.

Il punto cruciale dello sforzo complessivo sarà riuscire a mantenere il candore della gente che va in giro in montagna quando diventerà una metropoli e quando il costo della moderazione sarà così ingente da risultare difficilmente sostenibile per dei volontari che fino ad oggi gli davano un occhio durante il weekend.

Io ho un account su https://mastodon.uno Se anche voi volete aiutare a sostenere Devol, il gruppo di volontari che mantengono questo nodo, una buona idea è contribuire con una donazione.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

4 thoughts on “Mastodon come alternativa a Twitter; Mastodon non è Twitter, è antivirale per costruzione; La sfida principale di ogni community.”

  1. Pingback: Informazione civica | La diaspora verso i media civici?

  2. Pingback: Podcast RSI – Mastodon e fediverso – Bluermes Comunicazione Integrata

  3. Pingback: Mastodon è il nuovo Twitter?

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *